Malta: conclusa la spedizione di rilevamento geomorfologico delle coste di Gozo e Comino

MeteoWeb

maltaConclusa la spedizione di rilevamento geomorfologico a nuoto delle coste di Gozo e Comino, nell’ambito del progetto “Geoswim2.0-Geoswim comes to Malta”, guidato da Stefano Furlani dell’Universita’ di Trieste assieme a Fabrizio Antonioli dell’Enea e Timmy Gambin dell’Universita’ di Malta. Nel corso della spedizione – che ha visto la partecipazione anche di quattro studenti del Dipartimento di Matematica e Geoscienze dell’ateneo triestino – sono stati studiati i meccanismi di erosione costiera, le variazioni del livello del mare, la formazione delle grotte marine e la presenza di sorgenti di acqua dolce a Gozo e Comino.  I ricercatori coinvolti nel progetto hanno circumnavigato a nuoto per circa 70 chilometri le coste delle isole di Gozo e Comino, trainando una piccola imbarcazione appositamente modificata per contenere telecamere, GPS e sonde multiparametriche, in grado di registrare le variazioni delle condizioni chimico-fisiche delle acque. Malta e’ posizionata nel cuore del Mediterraneo e all’interno delle sue aree marine sono presenti grotte e reperti archeologici, elementi ideali per lo studio e l’analisi delle variazioni attuali di risalita del livello del mare. La spedizione a Malta rientra nell’ambito di un progetto per lo studio geomorfologico delle coste del Mediterraneo e segue di un anno la spedizione di circumnavigazione e rilevamento geomorfologico di un mese – e oltre 250 km – effettuata da Stefano Furlani lungo le coste della penisola istriana. Geoswim e’ un progetto di ricerca che ha come obiettivo lo studio geologico e geomorfologico delle coste rocciose del Mediterraneo attraverso il rilevamento a nuoto, con maschera e pinne (snorkeling) e con il supporto di un barchino dov’e’ alloggiata tutta la strumentazione per la ricerca. L’idea nasce da anni di studio della geomorfologia costiera lungo le coste rocciose del Mediterraneo. Il progetto del rilevamento a nuoto nasce invece in autunno del 2011, quando iniziano i preparativi per la circumnavigazione delle coste istriane, nell’Adriatico orientale; a luglio 2012, dopo aver messo a punto la strumentazione, e’ iniziato il giro dell Istria, 250 km a nuoto lungo le coste da Sissano a Trieste.