Maltempo, Genova: si avvicina l’autunno, al via lavori per la pulizia degli alvei fluviali

MeteoWeb

(FOTOSTAR) ALLUVIONE A GENOVA: ESONDAZIONI E AUTO TRAVOLTE, 1 MORTO E 4 DISPERSIL’autunno con le sue piogge si avvicina e a Genova, dove l’alluvione del 4 novembre 2011 causò sei morti , è partito il programma di pulizia dei torrenti. ”Sul Bisagno, che e’ il torrente piu’ grosso – dichiara all’Adnkronos l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Gianni Crivello – i lavori sono gia’ iniziati. Saranno terminati a breve. Quanto agli altri corsi d’acqua, pur con le risorse limitate che abbiamo a disposizione, stiamo provvedendo, in questi giorni e’ in corso con i Municipi, Aster e Amiu la definizione del cronoprogramma“. “I cittadini comunque – precisa Crivello – devono sapere che non tutta la vegetazione che cresce nell’alveo dei torrenti e’ da eliminare. Dipende dal tipo di pianta, dalle sue dimensioni. Alcune piante esercitano un effetto positivo rallentando il corso dell’acqua, e proteggendo le sponde dall’erosione, altre non costituiscono un pericolo e non vanno tagliate perche’ si moltiplicherebbero e allora, si’, sarebbero pericolose. Altre ancora, in genere se con un diametro di oltre 10 centimetri, vanno tagliate.

Genova. Credit: NOAA
Genova. Credit: NOAA

La pulizia e la riparazione delle caditoie e’ in atto tutto l’anno”. Aster si occupera’ dei lavori di ripulitura e sgombero dei corsi d’acqua, Amiu delle caditoie. Per quanto riguarda il torrente Fereggiano, responsabile dei morti dell’alluvione del 2011, il Comune ha messo a punto un progetto per la costruzione di un o scolmatore, da portare a termine in tre o quattro anni. A Savona i lavori di pulizia dei torrenti stanno per partire : “Il Comune – dichiara l’assessore all’Ambiente e Protezione Civile Jorg Costantino – segue costantemente con cura e attenzione la pulizia dei rivi e dei torrenti, curando continuativamente da 15 anni una programmazione pluriennale di intervento. A conferma della validita’ dell’azione svolta, l’approvazione costante degli interventi programmati. Per quanto riguarda l’imminente futuro, il Comune di Savona ha visto approvati tutti e quattro i propri progetti di intervento presentati, pertanto nel mese di settembre, prima della stagione delle piogge, verranno avviati e terminati lavori di mitigazione del rischio idraulico“.