Maltempo: nubifragi, trombe d’aria e temperature in picchiata, continuano le bizze dell’estate 2013…

MeteoWeb

17Nubifragi, raffiche di vento, trombe d’aria. E’ la strana estate di quest’anno, tra caldo africano e piogge monsoniche. L’ultima perturbazione, ieri sera, ha colpito duramente il nord ovest, gia’ ferito dalla furia della natura dello scorso 29 luglio per la quale il ministro per lo Sviluppo, Fabio Zanonato, ha accolto la richiesta di emergenza per il milanese. I danni maggiori, questa volta, in Piemonte. In pochi minuti il cielo si fa nero e scarica su Torino un violento acquazzone: circa 66 millimetri di acqua, secondo i dati di Arpa Piemonte, che fanno saltare i tombini e allaga le strade.
02L’autostrada A55 Torino-Pinerolo viene chiusa, una trentina di auto finiscono sott’acqua, al casello di Beinasco, costringendo gli occupanti ad attendere sul tetto l’arrivo dei vigili del fuoco. A tarda notte sono una cinquantina gli interventi per box e cantine allagate e alberi in mezzo la strada. Problemi anche in provincia: a Cumiana e’ stata evacuata a scopo precauzionale una casa di riposo dove la pioggia si stava infiltrando nel tetto. Poco prima di arrivare a Torino, la furia del maltempo si era abbattuta sul Cuneese, dove nel pomeriggio si era abbattuta una tromba d’aria, tra Lesegno e Castellino Tanaro. Scoperchiati diversi casolari agricoli, coperti per lo piu’ da lamiere, la statale 28 e’ rimasta interrotta per alcune ore. Forti precipitazioni anche nelle province di Biella, Vercelli e Verbania.
nolaI disagi hanno riguardato anche altre zone d’Italia. Il maltempo, che oggi ha lasciato il Piemonte, si e’ infatti spostato piu’ a sud. Il litorale romano e’ stato spazzato, la scorsa notte, da un fortissimo vento. Una decina gli interventi per rimuovere rami e alberi. Analogo problema lungo la linea ferroviaria Roma-Cassino, che ha rallentato la circolazione dei treni. Alberi abbattuti anche ad Arce, Pontecorvo e Cassino, che hanno costretto i vigili del fuoco ad un superlavoro nella zona del Frusinate. Nel pomeriggio si sono registrati nubifragi nel foggiano. I disagi maggiori a Cerignola, dove gli uomini del 115 hanno effettuato diversi interventi per allagamenti in box e scantinati, soprattutto nel centro storico della citta’. In alcuni centri si e’ abbattuta una forte grandinata: in alcuni centri dei Monti Dauni ci sono stati problemi di energia elettrica. E la chiamano estate.