Maltempo: si aggrava la situazione idrogeologica nella collina del viadotto Biondi a Frosinone

MeteoWeb

frana statale 20 airolePeggiora la situazione di dissesto idrogeologico nella collina a ridosso del viadotto Biondi, a Frosinone, dopo la frana avvenuta a marzo e che ha inghiottito anche parte della strada. Ieri sera, in seguito al maltempo, si sono verificati altri due smottamenti nella zona vicino all’ascensore inclinato, l’impianto che collega la parte bassa con quella alta del capoluogo ciociaro. Il movimento franoso ha subito provocato un nuovo allarme, mentre si attendono ancora, a distanza ormai di circa cinque mesi, gli interventi per mettere in sicurezza la collina. La Regione ha avviato la procedura per svolgere alcuni sondaggi con un investimento di ventimila euro.

Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha deciso di donare, simbolicamente, le chiavi di legno della citta’ al governatore Nicola Zingaretti, in segno di protesta per i mancati interventi di messa in sicurezza nella collina a ridosso del viadotto Biondi, in seguito alla frana avvenuta lo scorso marzo. Lo ha annunciato lo stesso primo cittadino. L’iniziativa arriva dopo che ieri sera, con il maltempo, si sono verificati altri due smottamenti nella zona vicino all’ascensore inclinato, l’impianto che collega la parte bassa con quella alta del capoluogo ciociaro. “Ad eccezione delle comunicazioni arrivate al Comune di Frosinone circa l’installazione di alcuni inclinometri e lo svolgimento di alcuni sondaggi – dice Ottaviani – , la nostra amministrazione e la cittadinanza non hanno ancora il piacere di conoscere se esiste un impegno di spesa effettivo commisurato alla gravita’ del problema. Per questo – ironizza il sindaco – in segno di riconoscimento, domani donero’ al presidente Zingaretti le chiavi della citta’, che possono essere al massimo di legno e non certo di metallo pregiato”.