Marte, Curiosity in navigazione autonoma: il rover verso Monte Sharp

MeteoWeb
Credit: NASA
Credit: NASA

Il rover Curiosity della Nasa ha usato per la prima volta il sistema di navigazione autonoma, una tecnologia che consente al piccolo robot di decidere in modo autonomo come guidare in sicurezza mentre esplora Marte. Forte di questa nuova capacità, il rover percorrerà il resto della strada che lo separa dal Monte Sharp, che i geologi ritengono essere luogo ricco di informazioni circa i cambimenti ambientali che si verificarono in antichità sul Pianeta Rosso. Il sistema di navigazione autonomo è l’erede di un recente software usato sul Mars Exploration Rover Opportunity (che si trova ancora, attivamente, su Marte) e che è stato adattato per Curiosity. Curiosity analizzerà le immagini che raccoglie durante la guida in modo da determinare, tramite calcoli, il modo sicuro di muoversi. ”Curosity scatta molte immagini in stereo, e il computer a bordo del rover elabora le informazioni per mappare ogni rischio geometrico oppure terreno dissestato” ha spiegato Mark Maimone, ingegnere del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena della Nasa.