Metodo Stamina, la polemica arriva in parlamento. Il ministro Lorenzin: “verifiche in corso”

MeteoWeb

staminali“Dopo la sollecitazione gia’ espressa nei giorni scorsi, ci troviamo costretti dal reiterato silenzio del ministro Lorenzin a chiederle di esprimersi riguardo al protocollo ufficiale del trattamento della Stamina Foundation, consegnato all’Istituto superiore di sanita’ da una settimana”. Lo dichiarano i deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Affari Sociali. “Si tratta di una questione importante e delicata – affermano i deputati in una nota – che meriterebbe un pronunciamento da parte di chi presiede il ministero della Salute. Invece, nemmeno una parola sull’argomento da parte di Lorenzin la quale pero’, nel corso di questa settimana, ha comunque trovato il tempo per esternare circa la necessita’ di maggiori controlli nelle strutture ospedaliere, sul provvedimento proposto dal ministero dell’Interno relativamente al femminicidio e sulla disponibilita’ da parte del ministero della Difesa per individuare soluzioni idonee per la discarica di Roma. Sul tema della staminali, invece, questo tempo non e’ stato trovato”. Cosi’ come, proseguono i deputati M5S, ”non c’e’ stata da parte sua la disponibilita’ a incontrare una delegazione di malati quando questi, per giorni interi, hanno manifestato sotto al caldo torrido davanti a Montecitorio”. L’odierna chiusura del Parlamento, concludono, ”viene provvidenzialmente incontro alla voglia di silenzio del ministro. Ci auguriamo che il ritorno dalla pausa estiva le restituisca la parola “.

staminaliLA RISPOSTA DEL MINISTRO – ”Il silenzio del ministro e’ rispettoso del Parlamento che ha votato, compreso il Movimento 5 Stelle, un provvedimento che ora va attuato e che non e’ piu’ oggetto di valutazioni politiche. La parola ora e’ alla scienza e alle sue valutazioni ”. Lo precisa il ministero della Salute in merito alle affermazioni dei deputati del Movimento 5 Stelle, che hanno chiesto al ministro Beatrice Lorenzin “di esprimersi riguardo al protocollo ufficiale del trattamento Stamina Foundation”. ”E’ obbligo del ministero della Salute – sottolinea il dicastero in una nota – verificare rigorosamente e costantemente l’attuazione delle procedure determinate con l’Ordinanza del primo Luglio scorso. Proprio per stabilire con il massimo della trasparenza e del rigore, anche rispetto a slanci mediatici inopportuni, il dl 24/2013 determina che il ministero, almeno con cadenza semestrale, trasmetta alle competenti Commissioni parlamentari ed alla Conferenza delle Regioni le informazioni trasmesse dalle strutture che realizzeranno la sperimentazione e che concernono le indicazioni terapeutiche per le quali e’ stato avviato il trattamento, lo stato di salute dei pazienti e ogni altro elemento utile alla valutazione degli esiti e degli eventi avversi, con modalita’ tali da garantire la riservatezza dell’identita’ dei pazienti”. In questa chiave, ”dopo un iniziale ritardo nella consegna del protocollo da parte di Stamina Foundation, non determinato dal Parlamento ne’ dal ministero della Salute, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanita’, Fabrizio Oleari, che presiede la Commissione scientifica, ha presentato una relazione proprio questa settimana in Commissione Sanita’ del Senato”, comunicando che ”l’1 agosto il professor Vannoni ha consegnato al Comitato Scientifico il protocollo del metodo”.