Monte Bianco: ritrovati i corpi senza vita di due alpinisti. Erano dispersi da Sabato

MeteoWeb

monte bianco maltempoSono morti dopo un salto vertiginoso di 600 metri lungo la parete di roccia i due alpinisti, una guida francese e il suo cliente svizzero, dispersi da sabato scorso sul massiccio del Monte Bianco. Dopo numerosi sorvoli, ostacolati dal maltempo che negli ultimi giorni si e’ abbattuto sulla zona, l’equipaggio dell’ elicottero del soccorso alpino valdostano ha individuato nel tardo pomeriggio di oggi i corpi di Francois Deffert, di 53 anni e del suo cliente Xavier Chambet, di 34 anni. Si trovavano a circa 3.200 metri di altitudine all’interno di un canale, ai piedi della punta Baretti, una zona impervia che ha reso difficili e pericolose le operazioni di recupero durate piu’ di due ore. Di loro non si sapeva piu’ nulla dalle 5 di sabato scorso quando, con le prime luci dell’alba, hanno lasciato il rifugio Monzino (2.680 metri) che sovrasta la Val Veny, diretti verso la cresta del Brouillard che avevano scelto come impegnativo itinerario di salita verso i 4.810 metri di quota della cima del Monte Bianco. E’ probabile che, poco prima dell’incidente, quando si trovavano a circa un terzo della loro scalata oppure stavano cercando di ritornare indietro, siano stati sorpresi da un violento nubifragio che si e’ scatenato proprio nella giornata di sabato. L’allarme della loro scomparsa era stato dato lunedi’ dal Peloton de Gendarmerie de Haute Montagne de Chamonix (il soccorso alpino della gendarmeria d’oltralpe). Subito da Aosta era decollato un elicottero con le guide alpine valdostane e con il personale della guardia di finanza di Entreves. Tre ore di volo non erano bastate per perlustrare l’immensa distesa di rocce, neve e ghiaccio del bacino meridionale del massiccio, dove si presumeva potessero trovarsi i due dispersi. Un altro tentativo senza esito era stato compiuto il giorno successivo, ma su questa parte di Alpi occidentali gia’ stava arrivando una seconda intensa precipitazione che ha tenuto a terra il velivolo fino a questa mattina. Quando e’ ricomparso il sole e i soccorritori hanno potuto riprendere le ricerche. Nel frattempo dalla Francia la gendarmeria aveva lanciato un appello su internet per raccogliere eventuali informazioni da altri alpinisti che si trovavano in zona. ”Se li avete visti contattateci – hanno scritto nella comunicazione – avevano una giacca bordeaux e una verde”. Proprio gli indumenti avvistati oggi pomeriggio dal binocolo di un guida che si trovava sull’elicottero.