Pechino: la “villa di montagna” costruita sul tetto di un grattacielo sarà demolita

MeteoWeb

224747153-d01a61f6-4f22-4581-becf-ca5ded193f6aLe autorita’ di Pechino hanno ordinato oggi la demolizione di una grottesca villa, che un eccentrico ex-deputato si era fatto costruire sul tetto di un palazzo di 26 piani alla periferia della metropoli. L’uomo, Zhang Biqing, aveva acquistato nel 2007 l’ attico. Poi, preso da una mania di grandezza, aveva fatto costruire al suo posto una vera e propria collina, con pietre e piccoli alberi. In mezzo alla ”foresta” sorgeva la villa, su due piani di circa 500 mq ciascuno. Gli altri inquilini si erano spesso lamentati delle pietre e della terra che cadevano dal tetto, ma Zhang aveva sempre respinto sdegnato le proteste. ”Devo ricevere gente importante, che viene da me e si vuole divertire”, avrebbe risposto ad uno degli inquilini che si lamentavano. La foto della ”villa sul tetto” e’ stata pubblicata da alcuni giornali cinesi e ha scatenato una valanga di commenti ironici su Internet, spingendo le autorita’ ad intervenire. Qualcuno l’ ha paragonata ai ”giardini pensili di Babilonia”. Secondo il South China Morning Post, uno dei giornali che ha pubblicato le foto, gli abusi agli edifici a Pechino sono ”migliaia”.