Previsioni Meteo: 6 giorni di caldo Sub-Tropicale, poi altri fenomeni estremi in pianura Padana!

/
MeteoWeb

EUREKA ILLINOIS TORNADOStanno nuovamente aumentando le temperature sull’Italia, soprattutto nelle zone interne del centro/nord che si rivelano le più calde del Paese, lì dove mancano le brezze di mare. Queste le temperature massime più elevate del primo giorno di agosto 2013: +36°C a Grosseto e Guidonia, +35°C a Roma, Bolzano, Capri, Alghero e Decimomannu, +34°C a Firenze, Pisa, Verona, Ferrara e Latina, +33°C a Bologna, Viterbo, Napoli, Perugia, Salerno, Arezzo, Treviso, Lecce, Piacenza, Parma. Nei prossimi giorni avremo un ulteriore aumento delle temperature, lento ma costante, e da sabato 3 agosto farà nuovamente molto caldo con massime fino a +38°C su molte zone interne del centro/nord.
CALDOOOOOOOOOOOOInizierà così una nuova ondata di calore (la seconda della stagione) che sarà più lunga della precedente (durerà fino a venerdì prossimo, il 9 agosto) anche se meno intensa soprattutto al centro/sud, dove farà sicuramente caldo nei giorni centrali della prossima settimana ma con pochi picchi superiori ai +37/+38°C (solo nelle zone interne) e senza i valori raggiunti per poche ore lunedì scorso, il 29 luglio. Al centro/nord, invece, potremo raggiungere nuovamente i +40°C nel giorno più caldo, che sarà giovedì 8 agosto, dove il muro dei quaranta gradi potrebbe essere sfondato in pianura Padana, nuovamente in Emilia Romagna come già accaduto lo scorso weekend. Ma non è solo il caldo a preoccupare per i prossimi giorni: proprio nella giornata di venerdì 9 agosto si dovrebbe verificare una nuova sfuriata temporalesca molto violenta su tutto il centro/nord, con furiose grandinate e altri tornado in pianura Padana come già accaduto lunedì, a causa dell’arrivo di aria fresca nord Atlantica dopo tanti giorni di caldo afoso. Ci sono tutti gli ingredienti per una nuova situazione esplosiva. Attenzione, quindi, a un’estate che vede in questo periodo le caratteristiche ondate di caldo stagionali, ma continua ad essere bizzarra in quanto zeppa di eventi di maltempo estremo.
Tanti dubbi, invece, sulle prospettive a lungo termine: la rottura del 9-10 agosto sarà definitiva, e aprirà le porte a una lunga fase più fresca e marcatamente instabile, oppure a metà mese tornerà il grande caldo con un periodo di fuoco subito prima di Ferragosto e una nuova ondata di calore? Una domanda a cui oggi non è ancora possibile rispondere in modo affidabile. La sentenza è rinviata ai prossimi giorni: continuate a seguirci.