Roma, domani si ripete il miracolo della Madonna della neve in piazza Santa Maria Maggiore

MeteoWeb

RomaNeve1A Roma vi sono circa cento chiese dedicate alla Vergine, la piu’ grande di tutte, come dice lo stesso nome, e’ S. Maria Maggiore, la quarta delle basiliche patriarcali di Roma. E’ detta inizialmente Liberiana, per il fatto che papa Liberio (352-366) trasforma in basilica cristiana un antico tempio pagano, sulla sommita’ dell’Esquilino. Narra una leggenda che la Madonna, apparsa nella notte del 5 agosto del 352 a papa Liberio e ad un patrizio romano, li avrebbe invitati a costruire una chiesa la’ dove al mattino avrebbero trovato laneve. La basilica viene anche denominata S. Maria ”ad praesepe”, gia’ prima del secolo VI, poiche’ vi si conservano le tavole di una antica mangiatoia, che la devozione popolare identifica con quella che aveva accolto il Bambino Gesu’ nella grotta di Betlemme.

Domani sera, come da tradizione, si terra’ in piazza Santa Maria Maggiore lo spettacolo dedicato al miracolo della Madonna della neve, avvenuto nel 358 d.C sul colle Esquilino. Ideatore e realizzatore della serata l’architetto Cesare Esposito. “Sono 30 anni che faccio questo spettacolo – afferma – conosciuto in tutto il mondo che ormai e’ una vera e propria tradizione a Roma. La luce fara’, con i suoi colori ruotare le statue della monumentale facciata della Basilica per raccontare la storia delle antiche tradizioni di Roma. Lo scenario sara’ composto da fondali spaziali e archi riflessi di luce, raggi laser, fluorescenze, sottofondi musicali di Bach e Vivaldi e l’Inno alla Gioia di Beethoven, in onore al patrimonio europeo. Una grande nevicata artificiale e l’apparizione in plein air della Madonna sara’ il momento focale, suggestivo che dedichiamo a tutti coloro che sono poveri, ammalati, invisibili e detenuti. Spero, e sono orgoglioso, che Papa Francesco, che viene spesso a Santa Maria Maggiore a pregare, con la sua forza e pieta’ umana riuscira’ – conclude – a dare un contributo spirituale alla citta’ di Roma con la sua devozione della Madonna”.