Salute: al via a Brescia uno studio sul melanoma multiplo familiare

MeteoWeb

tumore03‘Melanoma multiplo familiare: strategie di prevenzione in eta’ adulta, evolutiva e pediatrica’. Questo il titolo dello studio di ricerca avviato all’interno dell’Unita’ operativa di dermatologia degli Spedali Civili di Brescia. A coordinarlo Ausilia Maria Manganoni. Lo studio – spiegano i Civili in una nota – e’ reso possibile grazie al supporto della famiglia Ciocca all’interno della Fondazione Comunita’ Bresciana. Lo studio e’ rivolto a pazienti con melanoma multiplo familiare e ai loro familiari, e che hanno una suscettibilita’ al melanoma gia’ identificata su base genetica, oltre che nella correlazione tra questo e il fototipo individuale e i fattori ambientali. In Italia sono 9.000 ogni anno le nuove diagnosi di melanoma. Considerato un tumore raro fino a pochi anni fa, negli ultimi 10 anni c’e’ stato un aumento dell’incidenza del 15%. “Nel distretto di Brescia, ad esempio – ricorda Calzavara-Pinton, direttore della Clinica dermatologica degli Spedali Civili – ogni anno i nuovi casi di melanoma sono passati da una media di 70 nuove diagnosi/anno del quinquennio dal ’97 al 2001 a 130 casi/anno dal 2001 al 2006, a 180 casi/anno dal 2007 al 2009 e sono arrivati a oltre 200 i nuovi casi/anno dal 2010 ad oggi”.