Salute, con “clima pazzo” è allarme raffreddori: boom di bronchiti e naso chiuso

MeteoWeb

mal-di-testa Con i cambiamenti meteorologici improvvisi delle ultime ore e gli sbalzi di temperatura da ‘clima pazzo’ che annunciano la fine della grande afa, ci sarà non solo un clima piu’ mite ma anche qualche problema per la salute: raffreddori, naso chiuso, mal di testa e in casi piu’ gravi la bronchite. “Passeremo da un valore iniziale di circa 20 mila infezioni respiratorie da rinovirus, adenovirus e coronavirus, registrate nelle settimane passate, ad oltre 25 mila nei prossimi giorni. Con sintomi come naso chiuso, raucedine, fino ad arrivare alle bronchiti”. A fare il punto della situazione e’ Fabrizio Pregliasco, virologo dell’universita’ degli Studi di Milano. “Inoltre – aggiunge l’esperto all’Adnkronos Salute – a settembre arriveranno anche le infezioni intestinali. Per il momento ancora non cosi’ diffuse”.