Salute: grazie all’olfatto dei cani “Sherlock Holmes” si svela la presenza di un tumore alle ovaie

MeteoWeb

TUMORE OVAIELa  sperimentazione condotta nell’ambito di un progetto di ricerca interdisciplinare dell’universita’ della Pennsylvania e del Penn Vet Working Dog Center ha stabilito che Ohlin Frank e’ un labrador che ha un olfatto in grado di svelare la presenza di un cancro ovarico con il 100% di successo., ossia egli ha un ‘fiuto’ da Sherlock Holmes nell’annusare la malattia. Uno studio nato per aiutare gli scienziati a individuare una ‘impronta’ chimica del tumore delle ovaie, grazie all’olfatto dei cani, che potrebbe portare in futuro a test diagnostici capaci di salvare molte vite. Per ora sono due i cani addestrati a questo scopo, l’ultima evoluzione di un settore in cui i ‘quattrozampe’ aiutano l’uomo nel fiutare gli esplosivi, le droghe o le persone scomparse. “E ora – precisano gli scienziati alla rete televisiva americana ‘Abc’ – useremo il loro acuto senso dell’olfatto per individuare il primo ‘odore’ del cancro ovarico, un killer silenzioso che viene spesso diagnosticato troppo tardi”. Le cellule tumorali rilasciano un biomarker rilevabile dal naso eccezionale di questi segugi. Un meccanismo simile a quello degli asparagi, vegetali che possono modificare l’odore dell’urina di chi li ha mangiati. “Entro due anni – avverte Cynthia M. Otto, direttrice del Penn Vet Working Dog Center – avremmo dei cani addestrati a identificare un odore specifico del cancro ovarico, una prima tappa per gli scienziati per progettare un esame del sangue poco costoso e meno invasivo per prevenire la presenza del tumore in una fase precoce”.