Salute: i resti di Pablo Neruda saranno sottoposti a verifica del Dna per capire se sono davvero i suoi

MeteoWeb

PABLO NERUDAIl giudice cileno Mario Carroza, a seguito della richiesta presentata dall’avvocato Eduardo Contreras, sulla base del sospetto che il corpo del poeta e premio Nobel Pablo Neruda potrebbe essere stato sostituito durante la dittatura del generale Augusto Pinochet in una delle tre sepolture in cui si trovava, ha disposto che i suoi resti dovranno essere sottoposti a Dna, nell’ambito delle indagini su un suo presunto avvelenamento. Dal 1980 la dittatura inizio’ a rimuovere i corpi degli oppositori uccisi nelle carceri segrete e sepolti di nascosto, nell’operazione denominata “Retiro de Televisores”, per cancellare le prove. “Bisogna confermare che i resti che stiamo analizzando sono quelli di Neruda”, ha affermato l’avvocato Contreras, che rappresenta i parenti di prigionieri politici giustiziati. Il giudice Carroza, che ha gia’ inviato dei campioni del corpo di Neruda negli Stati Uniti e in Spagna per alcuni studi biochimici ed istologici, ancora non ha fatto sapere dove verranno effettuati gli esami del Dna. Il 23 settembre del 1973, pochi giorni dopo il golpe militare in Cile, Neruda mori’ nella clinica Santa Maria, dove era ricoverato per un tumore alla prostata. Secondo l’avvocato ed il suo ex autista, Manuel Araya, la sua morte sarebbe stata provocata da un’iniezione di sostanze chimiche che venne effettuata mentre si trovava in quella clinica.