Salute: il cervello dei bebè memorizza i suoni già nel grembo materno, lo sostiene uno studio

MeteoWeb

FETO3Da  uno studio dell’Universita’ di Helsinki pubblicato su ‘Pnas’ emerge che i bambini imparano a riconoscere le parole gia’ dal grembo materno e mano mano che il feto cresce nella madre, puo’ ascoltare i suoni che provengono dal mondo esterno comprendendoli abbastanza da trattenerne la memoria anche dopo la nascita. L’elaborazione dei suoni da parte del feto sarebbe attiva a partire dall’ultimo trimestre di gravidanza. Nel 1988, uno studio suggeri’ che i neonati erano in grado di riconoscere la colonna sonora della soap opera preferita dalle loro madri; studi piu’ recenti hanno indicato che il neonato riconosceva come familiari le voci dei genitori. Entrambi questi studi si basavano pero’ sul comportamento del bambino, che veniva valutato mediante un test. Nella nuova ricerca, gli scienziati hanno usato sensori per elettroencefalogramma alla ricerca delle tracce neurali delle memorie risalenti all’utero. Durante la gravidanza di alcune donne, i ricercatori hanno fatto ascoltare alcuni suoni di parole, per alcuni mesi. Dopo la nascita, il cervello dei bambini reagiva alle parole e ai diversi modi in cui erano state pronunciate, mostrano opportuni segnali neurali.