Salute: il nanismo nel corso dei secoli …quando riappropriarsi della dignità è un obbligo morale!

MeteoWeb

NANO4Il nanismo è un grave difetto dello sviluppo umano soprattutto a livello staturale e può colpire indistintamente donne e uomini. Si tratta di una condizione caratterizzata da una statura molto al di sotto della media ed in medicina il termine è stato sostituito con bassa statura che indica che il soggetto ha un’altezza tale che meno del 3% della popolazione è più bassa di lui, quindi il 97% degli individui dello stesso sesso, appartenenti allo stesso gruppo etnico, presenta una statura maggiore di esso. A causa del grave difetto staturale, al termine della pubertà l’altezza non raggiunge i 130 cm nell’uomo ed i 125 cm nella donna. Se la statura supera tali valori, rimanendo al di sotto del metro e mezzo, si parla di ipoevolutismo staturale moderato. Se la bassa statura si accompagna in età post-puberale alla permanenza di tratti caratteristicI dell’infanzia, si parla di infantilonanismo.
Solitamente il nanismo viene distinto in due forme principali:

  • nanismo armonico, in cui gli organi e le varie parti del corpo sono di dimensioni ridotte rispetto alla media ma complessivamente proporzionate tra loro,
  • nanismo disarmonico, in cui gli organi hanno differenti gradi di sviluppo, prevalgono alcune strutture rispetto ad altre( es. le braccia sono di proporzioni normali rispetto agli altri individui, mentre il tronco rimane piccolo).

 

famiglia del nano Seneb
famiglia del nano Seneb

In tutte le epoche il nanismo ha sempre destato un’enorme curiosità. Nell‘antico Egitto si conoscevano due tipi di nani: i pigmei africani, che facevano gli artisti e i nani egiziani, che si occupavano soprattutto di animali. I nani sono ritratti all’interno delle tombe proprio per l’interesse degli Egiziani verso il dato naturalistico e tra i nani celebri, vi fu Seneb, che visse durante la V Dinastia. Fu un alto ufficiale con titoli sociali, religiosi ed onorari e sposò una donna normale. Era un dignitario di corte al servizio dei Faraoni Cheope e Gedefra e venne rappresentato in un gruppo statuario con tutta la sua famiglia. Fu sepolto nella necropolis di Giza. Tra i Greci, il loro aspetto venne considerato di buon auspicio nei confronti le divinità ostili, inseriti nei culti dionisiaci, ritenuti protettori di bambini e dispensatori di fertilità, mentre tra i Romani, esibire nani come accompagnatori o consiglieri era motivo di compiacimento. Divennero ricercatissimi dalle matrone che li tenevano come accompagnatori o buffoni e addirittura si giunse a crearne di artificiali, rinchiudendo i bambini in speciali casse in modo da renderli disarmonici ed accrescerne il valore economico. Nel Medioevo rivestirono spesso il ruolo di giullari, buffoni nani, buffoni gobbi, ricercando l’ilarità nella deformazione fisica. E’ solo col Rinascimento che i nani, ritenuti dotati di estrema intelligenza, vennero usati come consiglieri e confidenti,come motivo dello sfarzo delle corti.

Daniel Blackner, "Il capitano Dan" durante uno dei suoi numeri circensi
Daniel Blackner, “Il capitano Dan” durante uno dei suoi numeri circensi

Le cause del nanismo sono molteplici e non esiste un unico trattamento per il nanismo.
L’acondroplasia è responsabile del 70% dei casi di nanismo, colpendo 1 su 25000 nati vivi: si tratta di una malattia genetica caratterizzata da un mancato sviluppo armonico della cartilagine di accrescimento delle osse lunghe degli arti, ossia della parte dell’osso che non è ancora saldata nel bambino e che permette l’allungamento progressivo dell’osso stesso. Tale malattia è causata da alterazioni in un gene situato nel cromosoma 4, il quale diventa incapace di ricevere una “molecola segnale” che stimola le dellule a moltiplicarsi…e ad essere colpite sono soprattutto le cellule della cartilagine di accrescimento. Le alterazioni avvengono negli spermatozoi e negli ovuli dei genitori al momento del concepimento e in 9 casi su 10 i pazienti affetti da ACP nascono da genitori sani.
Condizioni genetiche che causano nanismo posono essere identificate con i test genetici, con uno screening delle anomalie specifiche.

HE PING PING
He PingPing, affetto da osteogenesi imperfetta, deceduto per complicazioni cardiache,il 13 marzo 2010, a Roma

Il nanismo derivante da malnutrizione o da un’anomalia ormonale sono trattati con una dieta appropriata o con terapia ormonale, mentre se vi è un deficit dell’ormone della crescita, può essere sanato con iniezioni di HGH ,ormone umano della crescita, durante la prima infanzia.
Il nanismo causato da displasia ossea non può essere corretto, per cui possono soltanto praticarsi interventi terapeutici per ridurre il dolore, la disabilitò fisica, migliorando l’adattamento sociale del soggetto colpito. Il nanismo è una malattia che nella maggior parte dei casi non si ha cura, ma  si è sviluppata una tecnica di allungamento delle estremità inferiori e superiori, allungando le estremità fino a 30cm . Le ossa vengono rotte  e  la loro unione  viene controllata tramite  una specie di dado che fa sì che le ossa si allunghino fino al punto ritenuto opportuno dallo specialista. Questa scoperta ha stravolto totalmente  la vita di alcuni nani che, per esempio, non erano capaci di arrivare alla tasca dei loro pantaloni a causa delle loro braccia troppo corte o di prelevare denaro in un bancomat.  La Walt Disney , con “Biancaneve e i sette nani” o “I puffi” ha reso i nani protagonisti dei sogni dei bambini, mentre tra le celebrità del porno, con ben 100 film al seguito, vi è senza dubbio Holly One, sogno proibito di molti uomini!

Il nanismo non deve farci sorridere, ma deve farci riflettere su quanto sia doveroso moralmente e collettivamente ridare a questa gente la dignità che tante volte è stata oggetto di scherno nel corso dei secoli. E’ proprio vero che la cattiveria umana a volte non conosce limiti!