Salute: primo caso di trasmisione uomo-uomo del nuovo virus aviario H7N9

MeteoWeb

CoronavirusGianni Rezza, responsabile del Dipartimento di malattie infettive, parassitarie e immunomediate dell’Istituto superiore di sanita’ non è sorpreso per il primo caso di trasmissione uomo-uomo  del nuovo virus aviario H7N9, tranquillizzando  in merito all’episodio di contagio diretto padre-figlia descritto su ‘bmj.com’: per il virus cinese non si puo’ ancora parlare di un potenziale pandemico, spiega l’esperto all’Adnkronos Salute, perche’ “per avere un efficace adattamento all’uomo servirebbero catene di tramsissione piu’ lunghe”. Inoltre “il caso descritto fa riferimento a marzo, quindi e’ passato del tempo” senza che l’infezione abbia assunto dimensioni tali da allarmare. “La cosa importante e’ che questo primo caso sia stato documentato”, commenta Rezza, ricordando che “c’erano stati casi di trasmissione interumana, benche’ rari, anche con il virus aviario H5N1, un microrganismo meno ‘umanizzato’ rispetto a questo. C’era quindi da aspettarsi la possibilita’ di una trasmissione uomo-uomo, che tuttavia – ribadisce lo specialista Iss – al momento non desta preoccupazione. L’invito e’ comunque a tenere alta la guardia”.