Salute: scacco matto alla cellulite in poche semplici mosse

MeteoWeb

CELLULITE IM3 BASEE’ uno dei peggiori incubi di tutte le donne, ne colpisce 9 su 10 e non risparmia davvero nessuno! L’ ostinata nemica cellulite, tuttavia, si può combattere in poche semplici mosse.

  • Come sempre, bevete almeno 8 bicchieri di acqua al giorno e praticate regolarmente attività fisica, stimolando la lipolisi , ossia la scissione e lo  smaltimento del grasso sottocutaneo, favorendo cosi’ il riassorbimento dei liquidi interstiziali.
  • CAFFE' IM1Il caffè si rivela un ottimo rimedio fai da te contro la cellulite: basta scaldare i fondi di caffè nel microonde, mescolandoli sbriciolati con un cucchiaio di olio di oliva, tenendo in posa la miscela ottenuta sulle zone colpite per almeno 10-15 minuti, avvolgendole con pellicola trasparente. Altro rimedio davvero utile sotto la doccia è lo scrub con fondi di caffè cui va aggiunto un cucchiaino di miele e del sale rosso. La caffeina, garantendo una migliore circolazione, vi aiuta ad espellere le tossine e a ridurre la ridenzione idrica.

 

 

  • GINEPROL‘olio essenziale di ginepro è depurativo, drenante,  diuretico, agendo  sui reni e sul sistema linfatico e liberando il corpo da scorie e tossine. E’ ideale per combattere la cellulite, in aggiunta a 3 gocce di  olio essenziale al basilico, due gocce di olio essenziale  di limone , una di olio essenziale di  timo e 2 cucchiai di olio vegetale. Risolleva l’umore, è energizzante contro l’acne, la pelle grassa e impura. Le bacche di ginepro si rilevano un eccezionale rimedio omeopatico contro la cellulite, se combinate con l’equiseto. Pestandoli entrambi in una ciotola, colmata di acqua bollente, si possono effettuare lavaggi  delle parti interessate dalla cellulite con una spugna o aggiungendo questo intruglio all’acqua del vostro bagno quotidiano o alla vostra crema anticellulite.
  • La cavitazione è un trattamento non invasivo e non chiururgico che, tramite l’utilizzo di ultrasuoni a bassa frequenza, riduce lo spessore delle adiposità localizzate. Si rivela un’efficace alternativa  alla liposuzione e consente di rimodellare il corpo non chirurgicamente, risolvendo il problema della pelle a buccia d’arancia.
  • L’acqua marina, ricca di magnesio, calcio, sodio, potasssio, iodio e di moltissimi altri sali minerali e oligoelementi essenziali, è un valido aiuto contro la cellulite. Si tratta di elementi biodisponibili che nutrono le cellule, eliminano le tossine e alleviano i gonfiori. L’acqua marina,, combatte la cellulite grazie all’osmosi: la pelle fa da membrana che separa i liquidi che si sono accumulati nei tesuti delle gambe, all’acqua di mare che, essendo una soluzione salina, richiama automaticamente i liquidi stagnanti nelle gambe e ne favorisce il loro drenaggio.
  • CELLULITE IM1Altra tipologia di trattamento è la talassoterapia  che, attraverso impacchi e massaggi con alghe, fanghi e sabbiature, consente il drenaggio dei liquidi. Essa è però sconsigliata per chi soffre di problemi alla tiroide, ipertensione e disturbi cardiaci o ha infezioni urinarie acute in corso.
  • Se volete dissetarvi, perchè non optare per il thè verde?Accellera il metabolismo, facendo consumare una maggiore quantità di calorie ed aiutando a bruciare i grassi accumulati nell’organismo. Contiene vitamine C, E e K e minerali come potassio, magnesio e zinco, ottimi guerrieri nella lotta contro il colesterolo ed il ristagno idrico.
  • Da ultimo, ma non di certo per importanza, segnalo il pennello esfoliante, tra i  rimedi fai da te più utilizzati dalle donne: con le sue setole, passate sulla pelle a buccia d’arancia, rimuove le cellule morte, permettendo una maggiore respirazione e circolazione del sangue.