Salute: scoperta la prima “spia” che indica il rischio dell’Alzheimer, si va verso la diagnosi precoce

MeteoWeb

AlzheimerE’ stato identificato quello che potrebbe essere il primo biomarcatore conosciuto associato con il rischio di ammalarsi di Alzheimer: la riduzione del Dna mitocondriale nel liquido cefalorachidiano presente nel sistema nervoso centrale. “Questa ‘spia’ potrebbe – secondo i ricercatori dell’Istituto di ricerca biomedica di Barcellona – rilevare con largo anticipo, e prima dell’insorgenza, se si sviluppera’ la patologia”. Lo studio e’ stato pubblicato su ‘Annals of Neurology’. I risultati del lavoro suggeriscono che la riduzione dei livelli di Dna mitocondriale (mtDna) da’ segni di se’ “almeno un decennio prima che si manifestano i segni della demenza. Ora, se i nostri risultati saranno essere replicati da altri laboratori – osservano gli scienziati – potrebbero cambiare le conoscenze che abbiamo sulle cause della malattia e aprire nuove prospettive per trattamenti piu’ efficaci da somministrare durante la fase preclinica” della demenza.