Salute: un libro diEmily Oster sfata i tabù della gravidanza, suscitando le ire dei medici

MeteoWeb

gravidanzaSi ad  alcool e caffe’ o alla tintura dei  capelli, come anche al  sushi per le donne in gravidanza! Ma  le future mamme dovrebbero evitare di fare giardinaggio, aumenta il rischio di venire in contatto con il parassita della toxoplasmosi. Sono alcuni dei consigli ‘rivoluzionari’ che Emily Oster da’ alle donne inglesi in dolce attesa in un libro appena pubblicato ‘Expecting Better’ mettendo in discussione, e suscitando quindi le ire dei medici, molte delle raccomandazioni alimentari e comportamentali che vengono suggerite dai ginecologi durante la gravidanza. Il concetto su cui si basa la ‘teoria’ della Oster, mamma da poco tempo e nella vita economista, e’ un approccio molto piu’ rilassato da parte della donna rispetto all’esperienza del concepimento. Ad esempio, evitando le privazioni a tavola che spesso vengono imposte e vissute male a livello psicologico. L’autrice ha confrontato alcuni recenti studi con le linee guida ufficiali e le raccomandazioni alimentari piu’ usate dai medici, stabilendo che spesso ci sono molte contraddizioni sui divieti e in alcune casi nessun tipo di beneficio.”Un bicchiere di vino al giorno va bene – afferma Oster alla stampa inglese – come anche un paio di tazzine di caffe’, perche’ non danneggiano il bambino e non procurano un rischio di aborto come ci viene detto. Nelle mie ricerche ho infatti scoperto che questi studi erano viziati. Anche la tintura per capelli puo’ essere usata. Ma – avverte – fare giardinaggio durante la gravidanza potrebbe aumentare i rischi di esposizione al parassita della toxoplasmosi che vive nel terreno e nelle feci degli animali domestici. Via libera – conclude – anche al sushi e alle aringhe che fanno molto bene allo sviluppo cerebrale del feto, mentre sono sconsigliati i formaggi e il latte crudo”. La risposta dei medici inglesi non si e’ fatta attendere. Un portavoce del Dipartimento della salute ha affermato che “bere durante la gravidanza e’ associato alla sindrome alcolica fetale , all’aborto spontaneo e ad un basso peso alla nascita. Il nostro consiglio alle donne in dolce attesa – suggeriscono gli esperti – o che stanno provando ad avere un bimbo e’ di evitare l’alcool”.