San Lorenzo, “Calici Stelle” e manifestazioni Lipu nel ricordo di Margherita Hack

MeteoWeb

Margherita_HackNon solo stelle. Nella notte di San Lorenzo, domani, c’e’ chi accompagna l’osservazione della volta celeste, guidata dall’Unione Italiana Astrofili, con degustazioni di vino, brindisi in cantina e nelle piazze delle oltre 500 Citta’ del vino. E’ Calici di stelle, evento Movimento Turismo del Vino-Citta’ del vino che quest’anno rende omaggio a Giuseppe Verdi, in occasione del bicentenario della sua nascita. Mentre e’ nel segno di Margherita Hack, la grande astrofisica recentemente scomparsa, l’appuntamento “La Notte delle stelle” Lipu che si svolgera’ in 14 aree gestite dall’associazione ambientalista, in gran parte sabato 10 agosto e, in alcune oasi e riserve, il giorno seguente, domenica 11. Nel senese, Calici di stelle coinvolge cantine private come la Fattoria del Colle che a Trequanda promuove un ballo tra le botti e tanti comuni, come Rapolano Terme tutta mobilitata nel suo centro storico per l’evento. L’Enoteca Italiana promuove degustazioni di vini e l’artigianale pane di stelle aprendo eccezionalmente in notturna la Torre del Mangia e offrendo come fantastico scenario Piazza del Campo, mentre tra le torri di San Gimignano sono 100 le bottiglie di vino in palio, sotto le Perseidi. In Umbria “Enoastronomica” e’ l’iniziativa degustazione dei vini umbri della famiglia Lunelli in programma nel carapace firmato dall’artista Arnaldo Pomodoro per la Tenuta Castelbuono. Copertino, nel Salento, ha il clou degli eventi pugliesi Mtv, mentre in Sicilia Donnafugata promuove nella Tenuta di Contessa Entellina la rituale vendemmia notturna che lo scorso anno richiamo’ 2000 partecipanti. Per chi ha un cuore green, alla Riserva naturale Paludi Ostiglia (Mn), grazie all’Associazione astrofili mantovani, si potra’ osservare, con i telescopi, il pianeta Saturno con i suoi anelli e nebulose, ammassi globulari, stelle doppie e galassie. All’Oasi Lipu Arcola (Sp), la Societa’ Astronomica Lunae parlera’ degli impatti meteorici. “Nelle oasi e riserve della Lipu, dove tanti uccelli trovano rifugio e protezione, spiego’ Margherita Hack in occasione dell’edizione della Notte delle Stelle Lipu del 2009 – afferma il direttore generale Lipu Danilo Selvaggi – e’ ancora possibile osservare le stelle, lontani dall’inquinamento luminoso, che ce le nasconde e che disturba anche tanti animali notturni. Nella notte di San Lorenzo la Terra taglia l’orbita di una vecchia cometa i cui frammenti penetrano nell’atmosfera dando luogo alla scia luminosa, detta appunto stella cadente”.