Scienza: a Pisa 1.500 ricercatori dai Paesi emergenti per “Geoitalia 2013”

MeteoWeb

Geoitalia 2013I Paesi in via di sviluppo parteciperanno a Geoitalia 2013 . Ci saranno l’India , il Pakistan , ricercatori provenienti dall’Afghanistan , Albania , Egitto, Iraq  , Moldova , Iran , Filippine . Tutti insieme per confrontarsi sulle problematiche riguardanti la Terra , i popoli dai cambiamenti climatici all’alimentazione , dai vulcani allo studio sempre piu’ sorprendente del sottosuolo . Sara’ la comunita’ scientifica a porsi in posizione di ascolto per poter capire come raccontare e far conoscere i georischi e le georisorse.  Saranno 1500 gli scienziati che arriveranno da tutto il mondo per partecipare alla grande kermesse dedicata alle Geoescienze , promossa ed organizzata ogni due anni dalla Federazione Italiana di Scienze della Terra . Dopo Torino che ospito’ l’edizione 2011 , tocchera’ a Pisa .  Le prestigiose sedi dell’evento saranno il Palazzo dei Congressi e l’attiguo Polo didattico “Piagge” dell’Universita’ di Pisa inaugurato nel Febbraio 2013 . Il Polo puo’ contare su oltre 2600 posti, 33 sale, distribuite su 3 piani e rappresenta un vero gioiello italiano realizzato in poco piu’ di 2 anni , terminato con 12 mesi di anticipo rispetto al previsto . “ L’Agenzia Spaziale Italiana , presentera’ i nuovi programmi – ha affermato Mauro Rosi , Presidente della Federazione Italiana di Scienze della Terra  – ma ascolteremo anche i rappresentanti del Governo. I workshop saranno piu’ di 40 , 5 le Tavole Rotonde . A Pisa metteremo in campo un esperimento innovativo in quanto la mattina tutti i ricercatori, tutti gli scienziati vivranno un unico momento di confronto , di condivisione e di ascolto.  Le giornate si apriranno cosi’ ” . E Geoitalia sara’ piu’ eventi in un solo evento .   Da tutta Italia arriveranno  gli insegnanti di Scienze Naturali per partecipare al Meeting “Le Geoscienze a Scuola” . L’obiettivo e’ quello di confrontarsi su esperienze didattiche innovative nel campo delle geoscienze , con la possibilita’ di presentare oggetti e strumenti didattici significativi  e soprattutto realizzare “ una rete scuole – universita’ che possa promuovere la cultura delle Scienze della Terra  –  ha concluso Rosi –  con particolare attenzione al tema dei rischi naturali , tra gli studenti di Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado del territorio italiano.  A mio parere , l’immagine che gli insegnanti delle scuole medie superiori riescono a dare delle scienze della terra , credo possa avere una influenza importante nell’incoraggiare e motivare gli studenti verso la nostra disciplina. Ecco perche’ e’ fondamentale  che mondo degli insegnanti e l’universita’ facciano rete”.

Questo evento – satellite di Geoitalia 2013 e’ organizzato dall’Universita’ di Pisa , Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali , Assessorato Istruzione e Cultura , Regione Autonoma Valle d’Aosta,  Universita’ di Camerino.