Scienza: la riduzione del lattosio alla base della colonizzazione europea

MeteoWeb
Credit: wikipedia.org
Credit: wikipedia.org

Durante l’ultima Era Glaciale, il latte era essenzialmente tossico per gli adulti perchè, a differenza dei bambini, non potevano produrre l’enzima lattasi, necessario per abbattere il lattosio, principale zucchero del prezioso liquido. Quando pero’ l’agricoltura inizio’ a sostituire la caccia e la raccolta in Medio Oriente circa 11mila anni fa, i pastori impararono a ridurre il lattosio nei prodotti caseari a livelli tollerabili dalla fermentazione del latte per produrre formaggio o yogurt. Diverse migliaia di anni piu’ tardi, una mutazione genetica si diffuse attraverso l’Europa dando all’uomo la capacita’ di produrre lattasi – e bere latte – per tutta la vita. Lo ha spiegato Mark Thomas, genetista dello University College di Londra, tra i promotori del progetto LeCHE (Lactase Persistence in the early Cultural History of Europe) pubblicato su Nature. L’adattamento forni’ una nuova e ricca fonte di nutrimento a sostegno delle comunita’ quando i raccolti erano carenti. Una vera e propria rivoluzione nel nome del latte che avrebbe permesso a masse di contadini e pastori del sud di attraversare l’Europa e soppiantare le culture di cacciatori-raccoglitori che avevano vissuto li’ per millenni. europa_clip_image003L’ondata di emigrazione ha lasciato un’impronta duratura sull’Europa dove, a differenza di molte altre regioni del mondo, la maggior parte delle persone riesce tollerare il latte. “Riteniamo che una grande percentuale di europei discenda dai primi produttori di latte resistenti al lattosio arrivati in Europa“, ha spiegato Thomas. La maggior parte delle persone che mantengono la capacita’ di digerire il latte potrebbe rintracciare le proprie origini in Europa, dove il tratto sembra essere legato a un singolo nucleotide in cui la citosina muto’ in timina in una regione genomica non lontana dal gene della lattasi. Dai dati dello studio e’ emerso che il tratto relativo alla lattasi, soprannominato allele LP, emerse circa 7500 anni fa nelle larghe e fertili pianure dell’Ungheria. Una volta comparso l’allele offri’ un cruciale vantaggio selettivo alle popolazioni “tolleranti”.