Scienza: nuovo sistema per separare acqua e petrolio ispirato alle spine dei cactus

MeteoWeb

cactus01Un gruppo di scienziati cinesi ha sviluppato un nuovo metodo per separare l’acqua dal petrolio. La tecnica, descritta sulla rivista Nature Communications, si ispira alla capacita’ delle spine dei cactus di estrarre e condensare la bassa umidita’ dell’aria degli ambienti desertici in cui vivono. Questo nuovo metodo, come hanno spiegato i ricercatori, potrebbe servire entro pochi anni a svolgere in modo piu’ efficiente la pulizia delle zone interessate da sversamenti di petrolio.
cactusIn modo simile a come fanno i cactus, i ricercatori hanno costruito aghi artificiali che imitano le spine coniche nel catturare le minuscole gocce di olio nell’acqua. Uno dei principali vantaggi di questo metodo e’ che puo’ essere usato per catturare gocce microscopiche che potrebbero andare perse quando si utilizzano le attuali tecnologie di separazione. “Le agenzie di protezione e tutela dell’ambiente e le industrie petrolifere necessitano di metodi per separare le gocce di petrolio dall’acqua”, hanno detto gli scienziati, coordinati da Lei Jiang, dell’Accademia di Scienze della Cina a Pechino.