Spazio: Parmitano pronto a una nuova passeggiata spaziale, ma adesso tocca ai russi

MeteoWeb

parmitano03Luca Parmitano si e’ detto pronto a ritornare a passeggiare nello spazio e a riprendere l’attivita’ che aveva dovuto interrompere il 16 luglio scorso causa la fuoriuscita di liquido – non acqua come inizialmente ipotizzato – dall’interno della sua tuta spaziale. Una prossima attivita’ extraveicolare potrebbe essere programmata a cavallo tra fine agosto ed i primi di settembre ma la Nasa non ha ancora programmato nulla. Come aveva affermato recentemente, il 37enne astronauta e pilota sperimentatore siciliano, sulla Stazione Spaziale Internazionale dal 29 maggio scorso, in questo periodo sono ancora in corso le indagini sull’incidente di meta’ luglio per stabilirne le esatte cause.  In caso di nuova EVA, Parmitano dovrebbe uscire ancora con l’americano Chris Cassidy, un ‘senatore’ di questa delicata, importante e spettacolare attivita’ all’esterno della Iss. Va anche ricordato che l’astronauta statunitense l’11 settembre ritornera’ sulla terra mentre e’ stato comunicato che la missione ‘Volare’ di Luca Parmitano si concludera’ ufficialmente il 12 novembre con l’atterraggio nella steppa del Kazakistan nella zona di Karaganda. In questi giorni Parmitano, Cassidy e Karen Nyberg, l’altra ingegnere di volo, sono impegnati nello scarico della navetta cargo HTV-4. Intanto, dall’agenzia spaziale russa e’ arrivato l’ok per la passeggiata spaziale di venerdi’ di Fyodor Yurchikhin e Alexander Misurkin che dovrebbe durare oltre sei ore. I due cosmonauti russi, che erano giu’ usciti per un’attivita’ extraveicolare il 24 giugno, in queste ore stanno controllando le loro tute spaziali Orlan ed eventuali perdite di pressione. Yurchikhin e Misurkin opereranno sui moduli russi Zarya e Poisk con l’ausilio della gru telescopica Strela. Zarya, che attualmente viene utilizzato come magazzino, e’ stato il primo componente della Iss a lasciare la terra nel 1998.