Terremoto Ancona, Comune e Provincia assicurano: “nessun danno nelle scuole”

MeteoWeb

sismografoLa scossa sismica di due giorni fa con magnitudo 4.4 e gli altri movimenti di assestamento registrati nella zona tra Ancona, Numana e Sirolo non hanno provocato danni significativi agli edifici scolastici. La Provincia di Ancona ha gia’ completato le verifiche di sua competenza sui sette istituti superiori presenti in citta’, con esito negativo. Peraltro – secondo il commissario dell’ente Patrizia Casagrande – su tutto il territorio la situazione e’ buona, “abbiamo due criticita’ per l’Ipsia di Arcevia e il liceo di Sassoferrato, ma ci sono gia’ i progetti esecutivi e i fondi regionali e statali per gli interventi”. I controlli sulle scuole dell’infanzia, elementari e medie (in tutto una sessantina di edifici) da parte del Comune sono ancora in corso, ma l’assessore ai Lavori pubblici Maurizio Urbinati ritiene che non verranno fuori particolari problemi. “Avevamo gia’ fatto tutte le verifiche dopo l’evento sismico di luglio – spiega – ora le stiamo ripetendo, cosi’ come stiamo facendo per tutti gli immobili comunali”. E procede anche la verifica sulla vulnerabilita’ sismica dei plessi scolastici – “una facolta’ e non un obbligo” sottolinea – sinora completata per otto immobili, ma che andra’ avanti per tutte le scuole. “E’ un’analisi delle cose eventualmente da fare – spiega l’assessore -, in qualche caso non e’ necessario nessun intervento, in altri bisogna fare dei lavori di ristrutturazione vera e propria”. In tutte le scuole cittadine infine sono in corso gli interventi di manutenzione e cura del verde in vista della ripresa delle lezioni a settembre.