Terremoto Ancona: panico e gente in strada ma per fortuna nessun danno. Le mappe e i dettagli

/
MeteoWeb

intensity Gente in strada, incollata al telefonino per avere notizie, i bagnanti che avevano appena fatto in tempo a prendere posto sotto l’ombrellone a Numana, Sirolo, Portonovo, di nuovo nel panico. La scossa di magnitudo 4.4 registrata alle 8:44 al largo della costa marchigiana non dovrebbe aver provocato grossi danni, cosi’ almeno dicono i vigili del fuoco, ma tanta paura si’. Centinaia le chiamate ai centralini di pompieri, polizia e carabinieri per avere informazioni sul sisma.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del dipartimento della Protezione Civile al momento non risultano danni a persone o cose” dovuti alla scossa di terremoto di magnitudo 4.4 registrata questa mattina al largo di Ancona. Lo fa sapere in una nota la Protezione civile, spiegando che il terremoto è stato “nettamente avvertito dalla popolazione nella zona costiera marchigiana ed in particolare nei Comuni di Numana, Sirolo (Ancona) e Porto Recanati (Macerata)“.

L’area, al largo di Ancona, Numana e Sirolo, e’ la stessa del terremoto di magnitudo 4.9 che il 21 luglio, alle 3:32 del mattino, getto’ nel panico i turisti in vacanza lungo le coste del Conero, seguita poi da una scossa di magnitudo 4 alle due ore dopo. Anche stavolta il movimento sismico e’ stato superficiale, a 7,9 km di profondita’, ed e’ per questo che e’ stato avvertito cosi’ distintamente.