Terremoto di ieri nelle Marche, la paura è già alle spalle: spiagge nuovamente prese d’assalto

MeteoWeb

anconafrana”Paura di prendere il mare per le Due Sorelle? Non direi, oggi i nostri tre traghetti hanno fatto il pieno: 585 prenotazioni in meno di due ore, dalle 9 alle 10:30, appena si e’ saputo che la spiaggia era nuovamente accessibile”. Daniele, bigliettaio dei Traghettatori Riviera del Conero, le motonavi che accompagnano i bagnanti nelle calette della Riviera del Conero, e’ il miglior testimone del dopo terremoto. La scossa di magnitudo 4.4 che ieri mattina, dopo il crollo di un masso di calcare fra le spiagge di Numana e Sirolo, aveva fatto evacuare per precauzione anche la ‘perla’ della riviera, le Due Sorelle, sembra non aver scoraggiato gli ultimi turisti di agosto. ”Abbiamo coperto sei viaggi, nel pomeriggio altrettanti per i rientri. Le persone fanno domande, si informano sulle caratteristiche della roccia del Conero ecc. ma niente di piu”’. Un passaggio costa 20 euro a persona, il pranzo e’ al sacco e il panorama – terremoto o no – resta straordinario. L’area a ridosso del dirupo e le ali estreme della spiaggia erano interdette gia’ prima dello sciame sismico, e tali rimarranno, segnalate e transennate come da ordinanza del sindaco.