Terremoto Umbria, verifiche nelle scuole a Gubbio: nessun danno

MeteoWeb

FOTO DEI LETTORIPronta risposta della Provincia di Perugia con i propri tecnici al terremoto di magnitudo 3.7 che intorno alla mezzanotte ha interessato l’Eugubino ed e’ stato avvertito in un’ampia area dell’Umbria. Gia’ dalle prime ore mattino infatti su indicazione del presidente Marco Vinicio Guasticchi e dell’assessore delegato alla Protezione civile, Roberto Bertini, la macchina disposta da servizio controllo costruzioni, si e’ immediatamente attivata sugli edifici scolastici del territorio interessato dal sisma. Al momento non sono stati registrati danni alle strutture. ”Le nostre strutture – dichiara Guasticchi – sono a disposizione del commissario prefettizio, Maria Luisa D’Alessandro per collaborare laddove si ritenesse necessaria la presenza dei nostri tecnici per effettuare i necessari sopralluoghi sugli edifici”. ”Sul fronte degli interventi post-sisma – spiega Bertini – i nostri uffici tecnici sono ormai collaudati e in grado di fornire in maniera tempestiva i dati relativi alla staticita’ degli edifici in stretta collaborazione con la Protezione civile e le altre istituzioni territoriali”.

terremoto01Nessuna segnalazione di danni e’ giunta al momento alla sala operativa della protezione civile regionale dopo il sisma che ha colpito l’eugubino. Le verifiche, comunque, continuano. Lo riferisce la Regione. La scossa principale che ha avuto epicentro tra Gubbio e Mocaiana e’ stata avvertita dalla popolazione a Gubbio, ma anche – e’ detto in una nota della protezione civile regionale – in molti comuni della fascia appenninica quali Costacciaro, Scheggia e Pascelupo, Sigillo, Gualdo Tadino ed anche in alcuni dell’Altotevere come Pietralunga, Montone, Umbertide fino a Citta’ di Castello, nonche’ ad Assisi e Foligno. E’ stata infatti, secondo i tecnici, “abbastanza superficiale”, con ipocentro a 8,6 chilometri, e seguita da una ottantina di repliche.