Usa: 300.000 casi l’anno della malattia di Lyme provocata dai morsi delle zecche

MeteoWeb

zeccaFatale puo’ essere il morso di una zecca e si puo’ rimanere vittime della malattia di Lyme, una patologia infettiva trasmessa dal morso di alcuni tipi di questi fastidiosi parassiti. La malattia puo’ provocare, anche a mesi di distanza, mal di testa, dolori articolari, debolezza e problemi al sistema nervoso. Ora il Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) lancia l’allarme sui casi in un report: sono 300 mila l’anno in Usa ed e’ 10 volte piu’ diffusa rispetto a quanto si pensasse in precedenza. Questo perche’ la Lyme ha sintomi iniziali di tipo influenzali che assomigliano a quelli di altre comuni infezioni. Ora la nuova indagine degli esperti americani e’ il tentativo piu’ completo di stimare l’epidemiologia di questa patologia grazie alla collaborazione di sette laboratori nazionali. In Europa si registrano mediamente 85 mila casi all’anno, secondo uno recente studio dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms). Spesso il primo sintomo della malattia di Lyme e’ un eritema cutaneo ( eritema cronico migrante o Ecm) di piccole dimensioni. Nel giro di qualche giorno o settimana la caratteristica macchia si estende fino a diventare un eritema circolare, triangolare o ovale che puo’ avere le dimensioni di una moneta oppure puo’ diffondersi su tutto il dorso. Secondo il report degli Cdc sono 13 gli stati americani piu’ colpiti: Connecticut, Delaware, Maine, Maryland, Massachusetts, Minnesota, New Hampshire, New Jersey, New York, Pennsylvania, Vermont, Virginia e Wisconsin.