Animali: lombrichi resistenti in suoli privi d’acqua

MeteoWeb

lombrico_fotoI lombrichi, con la loro presenza, riescono ad aiutare a migliorare la struttura e la miscelazione dei suoli ma risultano difficili da trovare nei terreni piu’ asciutti, dove acqua e materia organica scarseggiano. L’aggiunta di lombrichi nelle aree in cui non sono presenti potrebbe permettere di incrementare la salute e la produttivita’ dei suoli secchi. Ma possono questi animali sopravvivere in condizioni di estrema siccità? Un nuovo studio della Colorado State University ha dimostrato che si tratta di una sfida possibile. La ricerca, pubblicata sulla rivista ‘Soil Science Society of America‘, ha scoperto che i lombrichi riescono a mantenersi vivi in ambienti privi d’acqua andando in estivazione, quello stato che permette nelle regioni desertiche agli animali di ridurre al minimo il fabbisogno di acqua e cibo, rallentando il metabolismo. Durante l’estivazione, i lombrichi avvolgono i loro corpi in un nodo stretto per ridurre la quantita’ di superficie esposta al suolo. Successivamente si sigillano in una camera costituita dal loro muco, all’interno della quale l’umidita’ e’ piu’ alta, in modo da non seccarsi contemporaneamente all’asciugarsi del terreno. La capacita’ dei lombrichi di andare in estivazione suggerisce che possono sopravvivere a lunghi periodi di siccita’ nel terreno.