Colorado devastato dalle inondazioni: sale a 4 il numero delle vittime (FOTO e VIDEO)

/
MeteoWeb

boulder (7)Per la prima volta dall’inizio delle inondazioni, il Colorado fa i conti con la devastazione: sono stati colpiti 11.655 km quadrati di territorio, mentre il bilancio delle vittime è salito a quattro.

Cascate scure si sono riversate dalle Montagne Rocciose nella giornata di venerdì, ingrossando i fiumiciattoli e piccoli corsi d’acqua, normalmente solo scenografici, e costringendo migliaia di persone ad evacuare.

boulder (13)L’inesorabile flusso d’acqua che arriva dalle alture ha trasformato le città in paludi di fango ed ha minacciato di bloccare gli escursionisti e le comunità rurali per l’intero fine settimana. In un caso particolare, la pressione creata dall’acqua in discesa ha causato un intasamento delle fognature facendole straripare in forma di geyser di acque nere.

Nel frattempo, l’acqua ha continuato a cadere, causando inondazioni in vaste aree da Denver a Fort Collins.

Lo straripamento del fiume St Vrain ha diviso a metà la città di Longmont: molti quartieri sono stati evacuati, tutte le strade principali sono state chiuse (circa 90 miglia della Interstate 25) e molte migliaia di case e uffici sono rimasti senza corrente.

Ci sta mettendo in ginocchio,” ha dichiarato Tom Simmons, presidente di Crating Technologies, un servizio di spedizione. “E’ come sperare nell’impossibile.”

La Guardia Nazionale sta lavorando duramente tra la contea di Boulder e Fort Collins, quattro elicotteri sono in costante perlustrazione.

boulder (1)Centinaia di persone di Fort Range sono alla ricerca di rifugio, la cittadina è stata colpita da 38 cm di pioggia, secondo il National Weather Service: è circa la metà delle precipitazioni che interessano la zona di Boulder durante l’intero anno.

A Fort Collins, i residenti sono stati evacuati durante la notte, a causa dell’allarme lanciato dal servizio meteorologico, secondo cui il fiume vicino sarebbe aumentato di altri 60 cm. Le autorità hanno chiuso tutti i ponti e consigliato di rimanere lontani dal fiume.

Senza ponti e con tutta quest’acqua, non possiamo andare da nessuna parte,” racconta Holli Stetson del Denver Post. “Ogni minuto non facciamo che preoccuparci di più.”

A sud, 150 bambini sono rimasti bloccati ad un campo estivo, hanno acqua e cibo a sufficienza ma non possono comunque muoversi.

La Guardia Nazionale ha dovuto evacuare in elicottero 295 persone rimaste isolate nella comunità montana di Jamestown, rimasta del tutto isolata. Inoltre, è stata organizzata un’operazione di soccorso per salvare degli escursionisti rimasti bloccati a in Colorado a 4.5 km d’altezza a causa di una tormenta di neve.

Gli elicotteri continuano a sorvolare i dintorni, alla ricerca di persone che potrebbero rimanere senza corrente, telefono, acqua per molte settimane.

boulder (11)

Le autorità di Boulder hanno fatto sapere che il numero di persone di cui non si hanno notizia, da 20 giovedì, sono salite a 172 nella giornata di venerdì, sebbene non si possa ancora parlare di dispersi.

Mary Hemme, della cittadina di Lyons ha dichiarato: “Siamo uscite dal trailer, e l’acqua ci arrivava alle ginocchia e non era ferma, scorreva.” Molto presto il trailer, come anche le macchine parcheggiate lì vicino sono state sommerse, così Mary ha cercato di salire il più in alto possibile. “La cosa più terrificante è stata guardare dall’alto quello che stava succedendo. “Era spaventoso, le automobili venivano trascinate come fossero giocattoli.”

Sembra che le condizioni dei corsi d’acqua stiano migliorando ma la situazione rimane di assoluto pericolo per le autorità. Secondo le stime, la situazione potrebbe tornare alla normalità solo tra molte settimane se non mesi.