Costa Concordia: al termine del raddrizzamento lo scafo emergerà per 20 metri

MeteoWeb

Concordia 2Al termine delle operazioni di raddrizzamento, la Costa Concordia emergera’ dal mare per poco piu’ di venti metri, meno di quanto accada attualmente. Lo ha detto l’ingegner Sergio Girotto, responsabile del progetto per Titan Micoperi, parlando con i giornalisti in sala stampa. ”La nave – ha spiegato – al termine di questa fase poggera’ su falso fondale a circa 30 metri di profondita’. Quindi la nave, che e’ alta circa 54 metri, sporgera’ all’esterno di un po’ piu’ di venti metri e si vedra’ dunque meno di quanto non si veda attualmente”. Intanto “al momento non risultano sversamenti” in mare. A sottolinearlo Franco Porcellacchia, responsabile delle operazioni di rimozione della Concordia durante il punto stampa all’Isola del Giglio. “Meglio di cosi’ – ha aggiunto – non potrebbe andare“.