Costa Concordia: ancora nessuna traccia dei corpi dei due dispersi, Russell Rebello e Maria Grazia Trecarichi

MeteoWeb

Concordia: tecnici, nave ha ruotato di 10 gradiLa Costa Concordia si è sollevata dal fondo ed è stata raddrizzata di 15 gradi sui 65 previsti. Le operazioni di parbukcling sono iniziate intorno alle 9 del mattino, con tre ore di ritardo rispetto a quanto previsto a causa di un temporale notturno che si è abbattutto sull’Isola del Giglio. Poco dopo le 12 la nave si è visibilmente staccata dalla roccia in cui è rimasta incagliata la sera del naufragio, costato la vita a 32 persone, ed ha iniziato ad essere visibile la parte dello scafo che era rimasta sommersa. Poi, alle 18, le operazioni sono state sospese per un’ora, per poi riprendere. I tecnici ipotizzano che la nave possa tornare dritta entro l’alba, ma non è da escludere un ulteriore slittamento. Momento clou, come ha sottolineato il Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, resta quello dei 20 gradi. “Sarà quello il momento in cui interverranno altre forze esterne: i cassoni riempiti d’acqua e la naturale gravità. La nostra tappa intermedia resta questa“. Sinora non si è verificato nessun sversamento in mare. Nessuna traccia sinora anche delle due vittime che risultano ancora disperse. Si tratta dei corpi di Russell Rebello, il cameriere indiano morto mentre cercava di aiutare gli altri passeggeri, e di Maria Grazia Trecarichi, la mamma siciliana che ha perso la vita dopo aver lasciato a sua figlia 17enne il posto sulla scialuppa di salvataggio. Russell e Maria Grazia sono i due dispersi del naufragio, che potrebbero essere rimasti intrappolati tra le lamiere dello scafo e lo scoglio, o forse dentro al relitto