Protezione civile, Gabrielli: “sistema Marche eccellenza del Paese”

MeteoWeb

MarcheIl capo del Dipartimento nazionale di Protezione civile Franco Gabrielli ha fatto tappa ad Ancona nell’ambito della campagna nazionale ‘Terremoto-Io non rischio’ per la riduzione del rischio sismico. I terremoti, ha ricordato, sono tra gli eventi naturali piu’ ordinari, soprattutto in un territorio come quello italiano con determinate caratteristiche geologiche. L’atteggiamento piu’ adatto dunque ”e’ quello delle Marche che si sono preoccupate prima dal punto di vista della prevenzione, con la realizzazione di edifici e strutture compatibili con questa sismicita’, e poi con un sistema di Protezione civile che e’ un’eccellenza del Paese”. La parola d’ordine, secondo Gabrielli, e’ ”’preoccuparsi’ del Terremoto, nel senso etimologico del termine: occuparsene prima”.
Franco Gabrielli“La Protezione civile – ha ricordato il governatore Gian Mario Spacca, presente all’incontro insieme con il responsabile della Protezione civile regionale Roberto Oreficini – e’ un sistema che non coinvolge solo le istituzioni ma tutto il tessuto sociale e civile della nostra regione. La prevenzione funziona proprio attraverso la capacita’ di mobilitazione di tutta la comunita’ regionale. Il punto di partenza per un sistema efficace di protezione civile e’ quindi il coinvolgimento dei cittadini grazie alla rete del volontariato”. “Il volontariato ha un ruolo centrale – ha continuato – perche’ svolge un’azione non soltanto nelle fasi di emergenza ma anche nella sensibilizzazione nei confronti dei cittadini. Emergenza e prevenzione che vedono protagonista anche la Regione, con la Protezione civile”. Spacca ha anche ricordato che l’ospedale da campo marchigiano ”e’ uno dei piu’ importanti che l’Italia ha oggi a disposizione”.