Salute: creati 2 nuovi test per rilevare parassiti della malaria e determinare la loro resistenza ai farmaci

MeteoWeb

MALARIA - CopiaUn gruppo di ricercatori del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) ha sviluppato nuovi test per rilevare la malaria resistente ai farmaci e l’indagine è stata pubblicata su The Lancet Infectious Diseases. Si tratta di due esami che entro tre giorni riescono a rilevare le tipologie di parassiti della malaria che hanno attaccato un paziente e determinare se si tratta di specie resistenti o vulnerabili all’artemisina, farmaco chiave usato per il trattamento della patologia. Il progetto offre una piu’ rapida e meno costosa alternativa agli attuali test per stabilire l’eventuale resistenza alle terapie. La prassi tradizionale prevede, infatti, il ricovero in ospedale dei pazienti affetti da malaria per effettuare prelievi di sangue ogni sei ore nel corso di diversi giorni. In entrambi i test innovativi – uno effettuato sui campioni di sangue e l’altro su parassiti coltivati in laboratorio – i parassiti vengono esposti ad una dose elevate di artemisina. I tassi di sopravvivenza sono misurati nel primo caso settantadue ore dopo.