Salute: il sonno, toccasana per pelle, forma fisica e cervello

MeteoWeb

SONNOSonno-salute, un binomio perfetto! Numerosi studi dimostrano che dormire almeno 7 ore a notte serve a curare la pelle, che nelle ore notturne non è sottoposta alle aggressioni esterne. Durante le ore notturne, la pelle attua meccanismi di autoriparazione, favorendo il rinnovamento cellulare, producendo fibre di collagene, reintegrando le perdite subite durante il giorno per via della formazione dei radicali liberi e smaltisce le scorie accumulate.  Dormire bene serve alla linea: più dormiamo e meno chili prendiamo. Non è quindi un caso che le modelle cerchino di dormire il più possibile per non provare il senso di fame, a fronte di una dieta ferrea. Coloro che temporeggiano davanti alla tv, al pc o al tablet fino a notte inoltrata, tendono a mangiare in orari in cui il metabolismo consuma molto meno, accumulando calorie difficili da smaltire. Mentre dormiamo, il cervello lavora per archiviare ricordi e riordinare le informazioni raccolte durante il giorno. Secondo uno studio consotto sui topi dai ricercatori dell’Università di Wisconsin a Madison e pubblicata sul “The Journal of Neuroscience” da Chiara Cirelli e colleghi, durante il sonno raddoppia  il tasso di produzione delle cellule che producono mielina, una guaina protettiva islamte che, avvolgendo i prolungamenti dei neuroni, permette la corretta e veloce trasmissione degli impulsi nervosi.  Un’alterazione della mielina (demielinizzazione) può rallentare o interrompere l’impulso nervoso, provocando perdita della vista, difficoltà di coordinazione dei movimenti e deambulazione, danneggiamento cerebrale a lungo termine,  mentre l’autodistruzione del rivestimento mielinico  provoca sclerosi mutipla.