Salute: tramite terapia con arginina, più che dimezzato ricorso a farmaci per dolori da anemia falciforme

MeteoWeb

ANEMIA FALCIFORME - CopiaSecondo un nuovo studio clinico condotto dalla Emory University, la terapia con arginina, un aminoacido che si trova nelle diete normali ma è disponibile anche come integratore alimentare,  potrebbe essere un trattamento sicuro e poco costoso per gli episodi di dolore acuto tra pazienti con anemia falciforme, una malattia ereditaria che vede i globuli rossi contenere un’emoglobina anomala, proteina che trasporta l’ossigeno dai polmoni alle altre cellule del corpo. Anomalia che induce le cellule del sangue ad assumere una forma a falce che spesso blocca il flusso del sangue nei vasi piccoli, favorendo danni agli organi e insorgenza di forti dolori. Precedenti ricerche hanno rilevato un deficit acuto di arginina nei bimbi affetti da anemia falciforme durante gli episodi di dolore. Carenza associata ad una riduzione di ossido nitrico, potente vasodilatatore, che peggiorerebbe le sofferenze correlate al blocco dei vasi piccoli. Dal momento che l’arginina e’ un elemento dell’ossido di azoto, i ricercatori hanno ipotizzato che potrebbe costituire un’alternativa utile al trattamento del dolore causato dalle cellule falciformi. Dai dati dello studio, pubblicato sulla rivista Haematologica, e’ emerso che e’ esattamente cosi’: la terapia con arginina riduce di piu’ della meta’ la necessita’ di ricorrere ai farmaci oppioidi antidolorifici tra i bambini ricoverati per dolore connessi ad anemia falciforme rispetto a quelli trattati con placebo.