Allerta Meteo: violenti nubifragi nel weekend, tante città a rischio bombe d’acqua. Ecco le grandi piogge autunnali…

/
MeteoWeb

saetta_mareSi avvicina sempre di più la nuova forte ondata di maltempo che nei prossimi giorni colpirà l’Italia con piogge torrenziali, grandinate e trombe d’aria. Stamattina si sono verificati i primi fenomeni prefrontali con forti piogge nella Sicilia orientale. Domani avremo precipitazioni analoghe, sempre prefrontali, nelle zone tirreniche della Sardegna, ma il “clou” del maltempo inizierà nel pomeriggio/sera di domani, venerdì 4 ottobre, quando forti temporali anche stavolta prefrontali si formeranno nell’alto Tirreno tra Toscana e Lazio, provocando piogge intense. Le prime piogge interesseranno il nord/ovest, tra Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria, localmente intense sui litorali liguri.
19L’ondata di maltempo entrerà nel vivo sabato mattina, quando avremo violenti temporali proprio al centro/nord e le prime bombe d’acqua tra Toscana, Marche e Umbria. Nelle zone più colpite potranno cadere fino a 150mm di pioggia. Firenze e Perugia rischiano nubifragi intensi, così come Pisa, Livorno, Siena e Grosseto. Forti piogge anche tra Emilia Romagna e Marche, così come su Corsica e Sardegna. In tarda mattinata il maltempo si estenderà su Lazio e Sicilia occidentale.
Attenzione, poi, a quanto accadrà nel pomeriggio/sera. Violenti nubifragi scivoleranno verso sud nelle Regioni tirreniche, colpite in pieno Roma e Napoli ma anche Viterbo, Latina, Frosinone e Salerno. In queste località potranno cadere fino a 200mm di pioggia. Nel corso del pomeriggio/sera il maltempo arriverà anche su Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, con nuovi temporali in pianura Padana tra Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna e ancora piogge su Umbria, Marche e Abruzzo. Domenica sfonderà sull’Italia aria più fredda da nord/est e nascerà una perturbazione proprio intorno al nostro Paese che determinerà condizioni di maltempo a lungo, per gran parte della prossima settimana, quando le temperature scenderanno al di sotto rispetto alle medie del periodo. Proprio domenica, intanto, si verificheranno forti temporali in pianura Padana e piogge intense su tutto il sud, poi i fenomeni più significativi si concentreranno nelle Regioni Adriatiche (Ancona e Pescara bersagliate da piogge torrenziali) e in quelle Joniche, tra Calabria e Sicilia.