Antartide, i ghiacci aumentano nonostante il global warming e gli esperti non sanno perché…

/
MeteoWeb

0Il ghiaccio marino dell’Antartide ha raggiunto un’espansione da record quest’anno, raggiungendo i 19.7 milioni di chilometri quadrati, secondo i due scienziati Marcel Nicolaus e Stefan Hendricks dell’Alfred Wegener Institute. Quasi il doppio dell’Europa. Nel 2012 l’estensione massima si era assestata su 18.9 milioni di chilometri quadrati.

In Antartide non c’è così tanto ghiaccio da molto tempo – ammesso che ce ne sia mai stato così tanto dall’inizio delle osservazioni satellitari,” dichiara Nicolaus. Perché la banchisa in Antartide aumenti, nonostante il riscaldamento globale, invece di diminuire, è ancora un mistero: “Francamente, non sappiamo molto del perché i ghiacci siano in aumento.”

Se la banchisa che circonda l’Antartide sia non solo più estesa ma più spessa, non è certo, finora ci sono solo prove circostanziali. In due spedizioni della Polarstern, nave da ricerca, negli ultimi mesi, gli scienziati hanno trovato ghiaccio spesso e compatto nel Mare di Weddell. Al contrario di quel che succede per l’Artide, i satelliti non possono misurare lo spessore del ghiaccio dell’oceano Australe perché la neve che lo ricopre è troppo spessa.

Antarctic_iceCome mostra il grafico, l’estensione del ghiaccio del mare Antartico è rimasto al di sopra della media rispetto agli anni tra il 1981 ed il 2010, negli ultimi tre mesi, e sembra un’anomalia abbastanza rilevante per un pianeta che dovrebbe essere in pieno allarme riscaldamento globale.

Il blog di climatologia Sunshine Hours tiene sotto stretto controllo i dati sull’estensione e aveva segnalato i record di settembre fino allo shutdown governativo: “Il primo record di tutti i tempi è stato registrato il 14 settembre con 19.51234 milioni di chilometri quadrati. Il secondo il 21 settembre con 19.51394 milioni di metri quadrati.” Poi c’è stato lo shutdown, fino all’aggiornamento del 2 ottobre, in cui si è registrato l’ulteriore record di “19.57088 milioni di metri quadrati.”

Infatti il National Snow and Ice Data Center (NSIDC) è stato riaperto ed il 18 ottobre, e i dati hanno confermato che l’estensione è ancora assestata su 998.000 chilometri quadrati al di sopra della media.