Cina in allerta per l’imminente “landfall” del tifone “Fitow”, si prevedono inondazioni sulle aree del vicino entroterra

MeteoWeb

wp201322_satDopo aver sferzato l’arcipelago giapponese delle Ryùkyù, con venti di tempesta e forti rovesci di pioggia orizzontali polverizzati dalle furiose raffiche di vento, ad oltre i 100-110 km/h, il tifone “Fitow” ora si trova il mar Cinese Orientale, puntando dritto sulle coste della Cina orientale, ove effettuerà il “landfall” definitivo entro le prossime 12 ore. Ad Okinawa le forti raffiche da NE e E-NE, hanno superato i 96 km/h, nella fase clou del passaggio del tifone, che ha mantenuto la 1^ categoria della Saffir-Simpson, con venti medi sostenuti ad oltre i 120-130 km/h attorno all’area perturbata, mantenutasi poco a sud delle isole. A Futenma la massima raffica, da Est, ha di poco superato la soglia degli 85 km/h. Ma sono molto significativi i quantitativi di pioggia caduti, durante il transito di “Fitow” sulle Ryùkyù, con accumuli davvero molto abbondanti, che sforano di poco la soglia dei 190-200 mm in appena 12-24 ore. Precipitazioni torrenziali, accompagnate da forti raffiche di vento turbolenti, che hanno creato allagamenti anche su Okinawa. Ma le piogge più violente, fortunatamente, sono cadute sull’oceano, nel tratto attorno le Ryùkyù, dove si stima che siano caduti oltre 250-300 mm d’acqua. Ora però il tifone, pur indebolendosi, punta verso le coste della Cina orientale, rappresentando una seria minaccia per queste.

fitow-1132-oct-4Il “landfall” definitivo verrà effettuato nel tratto di costa cinese compresa fra le grandi città di Fuzhou e Wenzhou, dove si attendono forti piogge e l’arrivo, imminente di intensi rovesci di pioggia, con elevatissimi indici di rain/rate, capaci di produrre estesi allagamenti ed inondazioni. Già in queste ore si sta verificando una notevole intensificazione della ventilazione, con sostenuti, a tratti intensi, venti da Ovest e O-NO attivi nel tratto di costa attorno Fuzhou. Più a nord, fra Wenzhou e l’area di Shangai stanno arrivando venti molto sostenuti, ma più da Est e NE, che stanno agitando il mare, determinando un considerevole incremento del moto ondoso e delle risacche sotto costa. Nella fase del “landfall” “Fitow” dovrebbe essere declassato allo status di tropical storm, presentando venti medi sostenuti intensi, sugli 80-90 km/h nel tratto di costa fra Fuzhou e Wenzhou, in rapida attenuazione dopo che il minimo barico della tempesta si è spinto sopra la terra ferma, lungo il confine fra il Fujian e lo Zhejiang. Man mano che si avvicina alle coste della Cina orientale la tempesta comincerà ad essere interessata dall’iniezione di masse d’aria un po’ più secche, alle quote superiori della troposfera, provenienti direttamente dall’entroterra della Cina centrale, da Ovest e O-SO, che inizieranno ad erodere l’attività convettiva lungo il suo bordo occidentale, comportando un drastico ridimensionamento della circolazione depressionaria tropicale.

typhoon-usagi-in-hong-kon-010Malgrado il progressivo indebolimento “Fitow” rappresenterà sempre una minaccia per le coste cinesi orientali, poiché capace di apportare precipitazioni molto abbondanti, fra il settore più settentrionale del Fujian e lo Zhejiang, dove i resti dell’ex tifone, declassato da tempesta tropicale a semplice depressione tropicale attiva nella media e alta troposfera, daranno la stura a forti nubifragi e a temporali anche violenti, capaci di scaricare carichi precipitativi davvero imponenti. Del resto la perturbazione tropicale incamererà al proprio interno molto vapore acqueo, precedentemente acquisito durante il passaggio sopra le ancora calde acque superficiali del Pacifico occidentale e mar Cinese Orientale. Vapore acqueo e calore latente che fungerà da stimolo per la convenzione, anche quando transiterà sopra l’entroterra cinese orientale. Ad inizio settimana i resti della depressione tropicale raggiungeranno pure le province dello Jiangxi, apportando anche in queste piogge battenti e forti rovesci, spesso a sfogo temporalesco, e con elevato rischio di nubifragi molto intensi, che causeranno allagamenti e smottamenti. I resti della circolazione depressionaria tropicale dovrebbero cominciare ad esaurirsi non prima della giornata di mercoledì, scaricando altri forti rovesci di pioggia, specie sulle province dello Jiangxi, che potrebbero ricevere accumuli davvero molto abbondanti fra domani e la giornata di martedì.

IDD67960