Clima: l’odore del mare prodotto da coralli influenza le nubi

MeteoWeb

Barriere-coralline-sbucano-fra-le-nubi-al-largo-della-costa-del-BelizeL”odore’ marino prodotto dal corallo influenza la formazione di nubi e protegge le barriere dall’aumento in eccesso delle temperature dell’acqua di mare. Un team di ricercatori australiani ha scoperto che il corallo gioca un ruolo importante nella regolazione del clima locale. Il corallo rilascia una molecola di zolfo che lo assiste in molti modi che vanno dalla protezione cellulare nei momenti di stress da caldo al raffreddamento del clima locale, incoraggiando la formazione di nubi.  Tutto attraverso la produzione del caratteristico “odore del mare”, un derivato del composto emesso dal corallo, il dimetilsolfoniopropionato. Si tratta della prima volta che un animale e’ associato alla produzione del Dmsp. Finora le grandi concentrazioni di dimetilsolfoniopropionato emesse dalla barriera corallina erano attribuite alle attivita’ produttive delle alghe simbiotiche. La produzione, emerge dai dati della ricerca dell’Australian Institute of Marine Science pubblicata su ‘Nature’, aumenta quando i coralli sono sottoposti a temperature dell’acqua che li mettono in condizioni di stress da calore. Il Dmsp oltre a offrire protezione ai tessuti dallo stress ambientale favoriscono la formazione di goccioline d’acqua nell’atmosfera, contribuendo a creare nubi.