In Sardegna più di 80mila persone soffrono di allergie, intolleranze legate a prodotti dieta mediterranea

MeteoWeb

allergia_alimentareIn Sardegna sono piu’ di 80mila i soggetti colpiti da allergie alimentari e in tutta Italia il 25% della popolazione soffre di intolleranze. Le citta’ piu’ colpite sono Cagliari, con circa 30mila casi, e Sassari, con circa 17mila. Se ne discutera’ domani in una tavola rotonda nell’ambito della quarta edizione della Siaic Interactive School “SiS”, aperta oggi a Cagliari e in programma sino a domenica 6 ottobre. In particolare, saranno approfondite le tematiche delle allergie alimentari, della celiachia e dell’intolleranza al glutine. “I prodotti che colpiscono di piu’ in Sardegna sono quelli legati alla dieta mediterranea, ossia vegetali, frutta e crostacei, specialmente il gambero – spiega Stefano Del Giacco, medico chirurgo, professore aggregato, specialista in Medicina Interna ed in Allergologia e Immunologia Clinica di Cagliari – In aumento le allergie incrociate: e’ possibile, per una questione di somiglianza molecolare, che alcuni soggetti con allergie respiratorie abbiano una reazione avversa anche ad alcuni alimenti, come crostacei, lumache e molluschi. Nell’Isola sono molto frequenti i casi di allergie ai ricci di mare e al polpo: per questi non si e’ ancora concretizzata la possibilita’ di eseguire un apposito test diagnostico”. Oltre a sollecitare “una corretta informazione dei ristoratori sul tipo di allergeni e sulle loro caratteristiche principali”, gli specialisti del settore lanciano un appello “anche alle industrie alimentari, piccole e grandi – sottolinea Del Giacco – che non specificano nella relativa etichetta tutti i prodotti usati, abbreviandoli con altre terminazioni”.