La Corrente del Golfo si sta frammentando, l’esperto: “flusso soffocato, sarà un inverno gelido”

MeteoWeb

Winter-snow-flakes-winter-22231260-1149-768Il meteorologo tedesco Dominik Jung ha pubblicato ieri un articolo su wetternet.de dove si sofferma sulla Corrente del Golfo. Negli ultimi giorni l’Europa Centrale sta vivendo temperature quasi estive perché un fronte atmosferico sta trasportando aria calda dal Mediterraneo fino al nord del continente. Si tratta ovviamente di una situazione meteo temporanea e presto le temperature scenderanno.

Moltissimi sono i segnali che portano ad un altro inverno freddo, ed il meteorologo Jung ne aggiunge un altro: la frammentazione della Corrente del Golfo.

La Corrente del Golfo è una corrente calda dell’oceano Atlantico che si origina all’estremità della Florida e distribuisce acqua calda su tutta la costa orientale del Nord America e attraverso l’Atlantico su tutta l’Europa, mantenendo così il nord del vecchio continente relativamente caldo nella fase invernale.

Gulf-Stream-10_2012_2013Jung mostra due grafici della Corrente del Golfo, a sinistra quello relativo al 14 ottobre 2012 ed a destra quello relativo all’anno dopo, il 14 ottobre 2013. Ecco come il meteorologo descrive la situazione:

Un anno fa al largo della costa del Nord America vi era una forte corrente continua che si poteva descrivere come abbastanza nella norma. Dalla Florida e su tutta l’intera costa del Nord America la velocità della corrente era più o meno uniformemente intensa. Paragonata a quella del 2012, la Corrente del Golfo di quest’anno mostra un flusso considerevolmente frammentato. Già sulla costa del Nord America la velocità scende notevolmente in rapporto all’anno scorso (vedi freccia rossa). In alcuni punti la velocità si riduce della metà.”

E tutto questo potrebbe avere un qualche impatto sul clima invernale europeo? Jung pensa che si tratti di una possibilità reale. Infatti dichiara:

Per ora non è chiaro quale sia esattamente l’origine dell’anomalia relativa alla velocità del flusso. Certamente la Corrente del Golfo rimane intatta e non è interrotta – un’interruzione sarebbe indubbiamente fatale per il nostro clima. In ogni caso il flusso si è ridotto considerevolmente e così l’avanzamento del calore fino all’Europa è stato notevolmente soffocato, e tutto ciò avviene poco prima dell’inizio dell’inverno. Mai negli ultimi 5 anni la Corrente del Golfo sul Nord America è stata così debole come in questo periodo dell’anno. Potrebbe essere un altro segnale di inverno più freddo rispetto alla norma.”