Maltempo: Codacons chiede risarcimento per l’esondazione del Seveso a Milano

MeteoWeb

SevesoLe piogge a Milano hanno causato, per l’ennesima volta, l’esondazione del fiume Seveso nella zona nord-est della citta’, provocando l’interruzione di alcune linee tranviarie, rallentamenti alla circolazione e disagi notevoli per i cittadini. “I risarcimenti per i danni subiti dai cittadini – sottolinea il Codacons – devono essere pagati da tutti gli amministratori ed i politici che in questi anni non hanno fatto le opere necessarie per prevenire frane ed alluvioni” sostiene il presidente Marco Maria Donzelli. “E’ una vergogna – dichiara Donzelli – Non e’ accettabile che la citta’ piu’ ricca d’Italia sia regolarmente allagata ogni volta che piove per due giorni di seguito. Se la Regione Lombardia, invece di costruire grattacieli che portano sempre piu’ veicoli inquinanti in centro citta’, si preoccupasse maggiormente del territorio, delle frane e delle alluvioni, sarebbe decisamente preferibile, oltre che piu’ serio”. “Purtroppo gli amministratori locali – prosegue – si preoccupano di piu’ di rifare la piazza principale del paese, invece di aumentare la portata dei canali scolmatori, fare nuove vasche d’esondazione, pulire gli alvei dei fiumi e le fognature”. (AGI) Oggi il maltempo sta provocando danni in tutta Italia: dalla Liguria, che tanto per cambiare ha chiesto lo stato di emergenza, alla Toscana, dalla provincia di Sondrio a Milano. Il Codacons mette in guardia il Governo. No all’ennesimo aumento delle accise sulla benzina, con la scusa di finanziare gli ormai permanenti stati di emergenza o di calamita’.