Maltempo: idrovore al lavoro nel parco archeologico di Metaponto

MeteoWeb

MetapontoI Vigili del fuoco sono al lavoro da due giorni, anche di notte, per svuotare dall’acqua il parco archeologico di Metaponto, interamente sommerso per alcuni metri dall’esondazione del fiume Bradano che si e’ verificata una settimana fa in concomitanza con l’eccezionale nubifragio. Diverse pompe idrovore sono collocate nel bacino che si e’ creato ed hanno gia’ estratto una notevole massa d’acqua. E’ la terza alluvione in cinque anni ed e’ la seconda volta che l’area antica di Metaponto viene interamente allagata, il precedente risale appena a marzo del 2011 quando si verifico’ un’altra esondazione. La posizione molto prossima alla sponda destra del Bradano sta diventando un serio problema per la conservazione dei templi e dell’anfiteatro del parco archeologico di Apollo Licio (Likayos). Il parco archeologico di Metaponto, corrisponde all’antica citta’ sullo Jonio costruita dagli Achei. Ancora sommerso l’anfiteatro che e’ il punto piu’ basso mentre si stanno interamente liberando dall’acqua i templi di Hera (alla dea sono dedicate anche le Tavole Palatine che invece non sono a rischio esondazione), di Artemide e di Apollo Licio. L’area sacra archeologica di Metaponto risale al lontano VI secolo a.C. Svuotato il bacino, ci vorra’ molto tempo per liberare l’area dalla grande massa di fango e di detriti.