Maltempo, nubifragio a Palermo: per fortuna nessun morto. Il sindaco: “recuperare 10 anni di ritardi”

MeteoWeb

14Il nuovo nubifragio che ha colpito la citta’ in queste ore, che ha costretto anche al dirottamento di parecchi voli diretti a Palermo e che ha colpito tutta la provincia ha mostrato quanto sia ancora lungo il lavoro da fare per riportare la nostra citta’ ad una situazione di normalita’ ed adeguarne le infrastrutture ad una condizione climatica mutata a livello globale. Dopo 10 anni durante i quali nessun intervento di ammodernamento e manutenzione della rete fognaria e’ stato eseguito, stiamo lavorando per recuperare questo handicap“. Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, sottolineando come “ancora una volta la Polizia municipale ha operato con professionalita’, intervenendo per prevenire le situazioni di pericolo che si erano registrate domenica scorsa“. “E’ evidente che occorre ripensare il sistema di raccolta e gestione delle acque meteoriche della citta’ – ha aggiunto Orlando, citando l’esempio di viale Michelangelo – perche’ anche li’ dove gli interventi di pulizia e manutenzione delle caditoie e dei tombini sono stati fatti da 24 ore, il sistema non regge l’impatto di piogge tanto violente“. “Per questo – ha puntualizzato il sindaco – il Piano triennale delle Opere pubbliche che proprio ieri e’ stato esitato dal Consiglio Comunale ha rivolto al sistema fognario una grande attenzione e per questo da luglio ad ora tutti i progetti possibili sono stati esitati ed inviati agli organi competenti per l’approvazione“. “Allo stesso tempo – ha concluso Orlandostiamo lavorando per adeguare e potenziare il sistema della Protezione civile comunale, adeguandone mezzi e strutture alla previsione di sempre piu’ frequenti situazioni meteorologiche estreme“.