Scienza: l’uomo di Neanderthal usava stuzzicadenti per dolore gengive

MeteoWeb

NeanderthalL’uomo di Neanderthal utilizzava veri e propri stuzzicadenti nel tentativo di alleviare i dolori causati dall’infiammazione delle gengive. La consuetudine e’ stata scoperta dall’analisi di esemplari fossili di mascelle che riportavano solchi interdentali causati dalla pressione esercitata da questi oggetti sottili e duri, simili a stuzzicadenti. Dentature che sono apparse estremamente corrose dall’usura e da patologie parodontali caratterizzate da un’infiammazione delle gengive generalizzata con una riduzione della massa ossea da quattro a otto millimetri e le radici esposte.  La scoperta e’ stata effettuata attraverso la comparazione di diversi fossili di mascella ritrovati in Spagna al sito di Cova Forada’. Si tratta delle piu’ antiche testimonianze dell’abitudine di rimuovere gli scarti alimentari intrappolati tra i denti attraverso gli stuzzicadenti per ridurre il dolore causato da disturbi come l’infiammazione delle gengive. Il piu’ datato trattamento palliativo delle malattie dentali effettuato con questo strumento rudimentale e semplice. Lo studio ‘Toothpicking and periodontal disease in a Neanderthal specimen from site Cova Forada’ (Valencia)’ e’ stato pubblicato sulla rivista ‘Plos One’ e condotto da Marina Lozano, Carlos Lorenzo e Gala Gomez dell’Iphes (Institut Catala’ de Paleoecologia Humana I Evolucio’ Social).