Terremoto Filippine: 93 morti e 167 feriti, il bilancio continua ad aggravarsi [FOTO]

MeteoWeb

10Si e’ ulteriormente aggravato il bilancio del terremoto di magnitudo 7,2 che ha colpito le Filippine, e in particolare le isole di Bohol, Cebu e Siquijor, nel centro del Paese: lo hanno riferito fonti della Protezione Civile di Manila, secondo cui i morti accertati sono almeno 93 mentre i feriti ammontano a 167. Le vittime sono state provocate soprattutto dalle frane e dal crollo di vari palazzi, comprese alcune antiche chiese di grande valore storico-artistico, e le autorita’ locali riferiscono che il bilancio potrebbe salire ulteriormente. Nelle ore successive al sisma si sono registrate almeno 110 scosse di assestamento, tutte intorno ai 2 gradi di intensita’, tranne una di 5,4.
13Il sisma, riporta lo United States Geological Survey, e’ stato registrato ad una profondita’ di 56 chilometri e l’epicentro e’ stato situato a 629 chilometri a sudest della capitale Manila, vicino Cebu, la seconda citta’ piu’ importante del Paese. A seguito della scossa sono crollate alcune chiese antiche, ma anche edifici moderni, mentre delle strade sono state ricoperte dalle frane. Il Pacific Tsunami Warning Centre non ha comunque diramato un allarme tsunami al largo del Pacifico. La prima scossa e’ stata seguita da altre due di assestamento e ognuna di queste ha superato i 5 gradi di magnitudo. Le Filippine si trovano sull'”Anello di Fuoco”, una cintura intorno all’Oceano Pacifico, dove l’attrito tra le placche tettoniche provoca frequenti terremoti e attivita’ vulcanica. Ogni giorno, riferisce l’Istituto delle Filippine di Vulcanologia e Sismologia, viene registrata una media di 20 scosse nell’arcipelago di oltre 7mila isole, anche se la maggior parte di queste e’ troppo debole per essere avvertita dagli abitanti.
11Alcuni dei peggiori terremoti che hanno colpito le Filippine sono quelli di magnitudo 7.3 del 2 agosto del 1968, che provoco’ la morte di 270 persone, e quello del 17 agosto del 1976. Quest’ultimo, di magnitudo 7.9, ha colpito l’isola di Mindanao e generato uno tsunami, provocando 4.791 vittime e 2.288 dispersi, presumibilmente morti. Il 16 luglio del 1990, una scossa di magnitudo 7.9 e’ stata registrata nell’isola settentrionale di Luzon, radendo al suolo molti edifici. In questo caso, le vittime sono state oltre 1.600, mentre i dispersi presumibilmente morti sono stati mille. Nel 1994, il 15 novembre, l’isola di Mindoro, a Sud di Manila, e’ stata messa in ginocchio da un terremoto di magnitudo 7.1. Tra il sisma ed lo tsunami che ha provocato, i morti sono stati 78, mentre le abitazioni distrutte quasi 8mila. Prima di oggi, l’ultimo grande terremoto, di magnitudo 6.9, e’ stato quello del 6 febbraio dell’anno scorso, costato la vita a 51 persone.

14