Turchia, subito blackout e blocchi per il nuovo tunnel che collega Asia e Europa

MeteoWeb

-Il premier durante l’inaugurazione in pompa magna di ieri ha parlato della “realizzazione di un sogno durato 150 anni”, ma la ferrovia che collega sponda europea e parte asiatica a Istanbul, con tanto di tunnel sottomarino, già questa mattina ha avuto un’avaria. Il treno, con a bordo centinaia di persone, si è bloccato a causa di un blackout elettrico verso le 7 italiane tra le proteste, mentre una giornalista dell’emittente Cnn Turk intervistava i passeggeri in diretta.
Ma questo non è stato l’unico problema a rovinare il primo viaggio sulla “Marmaray” di molti istanbulioti. Il treno diretto a Sirkeci, all’imbocco del tunnel nella parte europea della città, è stato fatto proseguire verso la parte asiatica. Arrivati ad Uskudar i passeggeri spazientiti hanno deciso quindi di tornare indietro usando il vecchio metodo: i grandi vaporetti che attraversano il Bosforo ogni giorno dal 1837.
La Marmaray è una ferrovia lunga circa 76 chilometri su cui si stima viaggeranno un milione di persone al giorno. Il progetto, realizzato da un consorzio di aziende turco-giapponese, è costato circa 3,2 miliardi di euro e il suo principale obiettivo è ridurre il traffico, un problema cronico della megalopoli turca.
L’Ordine degli architetti e degli ingegneri (Tmmob) di Istanbul ha criticato la maxi-opera, parlando di rischio crollo nel caso di un terremoto visto che la città sorge in un’area ad alto rischio sismico. Un’eventualità esclusa categoricamente oggi dal ministro delle Infrastrutture Binali Yildirim.